10 ottobre 2008

Ronaldinho: ''Il gol nel derby? Solo l'inizio''

print-icon
din

L'esultanza di Ronaldinho dopo il gol nel derby

Il brasiliano è impegnato in un intenso lavoro a Milanello e parla del suo stato di forma: ''Avevo bisogno di allenamenti fisici e spero di tornare presto al meglio delle mie possibilità''

L'avvertimento - Una sosta provvidenziale per migliorare la condizione e restituire al Milan un Ronaldinho migliorato dal punto di vista fisico. Il brasiliano, non convocato da Dunga per gli impegni con la Seleçao, sta svolgendo un intenso lavoro per presentarsi, alla ripresa del campionato, al 100%. Il gol nel derby, l'assist a Sheva in Coppa Uefa e prestazioni tra alti e bassi sono stati la fotografia di questo avvio di stagione ma Ronaldinho promette che, d'ora in poi, le sue performance saranno costantemente votate verso standard elevati: "Non potrò mai dimenticare il primo gol con il Milan - ha detto - Una rete importante e per di più arrivata nel derby. Penso sia stato l'inizio di una bella avventura".

Come a casa - Il brasiliano non si è concesso distrazioni né in città, né pensando alle gare della formazione di Dunga: "In questo periodo, sinceramente, sto pensando solo a lavorare sodo - ha spiegato - Non ho sentito né Kakà e neanche Pato. Poi sto imparando la lingua, voglio migliorare nella comunicazione, solo dopo potrò gustarmi Milano". Intanto Dinho ha potuto ammirare l'affetto dei tifosi di San Siro: "Avevo già giocato con il Barcellona al Meazza e ora che sono un giocatore del Milan mi sento come a casa".

L'augurio - Ronaldinho ha parole dolci per Ronaldo che vorrebbe disputare i Mondiali del 2010: "Mi auguro che possa tornare a giocare per sè stesso perché per lui il calcio è importante, e poi che possa anche, tornando in Nazionale, trasmettere allegria al popolo brasiliano". Toccante, invece, la partecipazione alla gara pro Stefano Borgonovo al Franchi: "Penso che tutti quelli che hanno partecipato si siano sentiti molto emozionati ad essere lì, vicino a tanti personaggi importanti e con tanti ex giocatori. Tra loro c'era uno meno fortunato di noi ed è per questo che mi sono emozionato anch'io".

La condizione - Infine sul proprio stato di forma: "Per me è importantissimo poter lavorare in questi giorni perchè avevo bisogno di più lavoro fisico e spero di tornare quanto prima al meglio delle mie possibilità per poter dare una mano al Milan."

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky