20 ottobre 2008

Ancelotti sicuro: ''Siamo noi i rivali dell'Inter''

print-icon
inz

Pippo Inzaghi esulta con Ronaldinho e i compagni dopo il terzo gol alla Sampdoria

L'allenatore del Milan parla all'indomani della vittoria dei rossoneri per 3-0 contro la Sampdoria: "Contenti di Ronaldinho, potrà migliorare fisicamente ma fa già cose importanti. Comunque sarà un campionato equilibrato"

Carlo Ancelotti ed un Milan tornato ad essere quello di sempre. Il tecnico emiliano, messo inizialmente sulla graticola per un avvio di stagione stentato, si gode l'ottimo momento dei rossoneri e anche la crescita lenta ed inesorabile di un fuoriclasse come Ronaldinho, già capocannoniere della squadra e ieri autore di una doppietta nel 3-0 rifilato alla Sampdoria. "Siamo contenti di quello che sta facendo ora, potrà migliorare fisicamente ma fa già cose importanti". Se l'Inter vola, il Milan non resta a guardare, tanto che lo stesso Ancelotti si sbilancia: "Sì, siamo noi la rivale numero uno dei nerazzurri, anche se questo è un campionato più equilibrato dei precedenti". L'Inter di Mourinho, ieri sera, ha annichilito la Roma all'Olimpico con un poker: "E' stato un atto di forza contro una squadra però in difficoltà, che paga gli infortuni e la fatica di inserire i nuovi arrivati". L'altra grande in crisi è la Juve: "Non è facile gestire, per una squadra che ha cambiato parecchi giocatori, tanti infortunati e l'avventura in Champions". E, a proposito di Europa, i rossoneri, attesi in settimana dal match con l'Heerenveen, non hanno intenzione di sottovalutare la Coppa Uefa. Anzi. "E' uno degli obiettivi mai raggiunti da questa società - conclude Ancelotti - Quest'anno c'è l'occasione e ci proveremo, anche se il nostro traguardo principale resta lo scudetto".

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky