26 ottobre 2008

Del Neri non si dà pace: ''Il pari? Sarebbe stato stretto''

print-icon
kak

Kakà autore del successo "immeritato" del Milan secondo Del Neri

Il tecnico atalantino crede che la sua squadra non abbia meritato la sconfitta e che i suoi avrebbero potuto portare a casa i tre punti: ''Rispetto il risultato ma abbiamo messo sotto il Milan''

Gigi Del Neri non si dà pace per la sconfitta rimediata. "Non abbiamo parole per commentare questo risultato: abbiamo messo sotto il Milan - dice l'allenatore nerazzurro - in lungo e in largo. C'è grande amarezza ma anche grande consapevolezza del nostro valore. Si è vista una squadra sola, tatticamente e tecnicamente: ci stava stretto perfino il pareggio. Dico questo  rispettando il risultato, perché se uno fa gol significa che è bravo. Ronaldinho e Kakà hanno dimostrato le loro qualità, ci  mancherebbe. Il gol? Un'azione un po' casuale, che poi è stata ben sfruttata. Ma qualcosa dovevamo pur concedere".

Del Neri è un fiume in piena: "Se avessimo concretizzato le occasioni di oggi e quelle con il Chievo saremmo primi in classifica. E come qualità di gioco lo meriteremmo anche". Polemico sull'ammonizione a Cigarini mentre usciva in barella: "Ci mancava solo lo mandassero in galera. Ci vorrebbe buon senso - conclude l'allenatore dell'Atalanta - ma lasciamo stare". Anche l'austriaco Garics è molto deluso: "Vorrei star qui e godermi la vittoria. Abbiamo concesso pochissimo al Milan, nel primo tempo non abbiamo sfruttato alcune occasioni. Fa male perdere così. Siamo delusi, ma contenti per come siamo capaci di fare la partita contro chiunque", si consola il giocatore atalantino

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky