27 ottobre 2008

Un colpo di fulmine, la Juve Ama...uri

print-icon
juv

Amauri, trascinatore della Juve a suon di gol

Il gol contro il Torino gli vale il titolo di uomo più decisivo dell'ottava giornata di campionato e non solo. Il match winner del derby della Mole è entrato definitivamente nel cuore dei tifosi juventini

Un gol sotto la Mole per certificare il suo stato di juventino doc. Causa necessaria e, per una volta, anche sufficiente per entrare in maniera netta, definita e definitiva nel cuore dei tifosi bianconeri. Carvalo de Olivera Amauri è stato l'uomo più decisivo dell'ottavo turno di campionato. Match winner contro il Torino ha sigillato, dopo la vittoria sul Real, la rinascita juventina assurgendo a ruolo di leader, sostituendo, solo in termini di gol, un Del Piero, questa volta, rimasto a secco. Rientrate le polemiche sulla campagna acquisti intrapresa dalla società, Amauri è stato il grande colpo del mercato estivo, più decisivo di Ronaldinho, più efficace di Mancini, Quaresma o Julio Baptista. 8 gare e 5 gol confermano la sua maturità sottoporta finalmente mostrata con continuità a partire dalle due stagioni a Palermo, intravista soltanto ai tempi del Chievo, e latitante nelle precedenti esperienze con Parma, Napoli, Piacenza, Empoli e Messina.

Tante maglie e pochi gol, fino al biennio siciliano che ha sancito l'inversione di tendenza: la speranza, della Juve soprattutto, degli avversari un po' meno, e che, in futuro, la maglia sia unica e, per rispettare la proporzione inversa, i gol siano sempre di più. In questo caso per indorare la pillola, il passaporto italiano potrà rendere più sopportabili i gol messi a segno nell'altrui porte: beninteso, purché Lippi batta Dunga sul tempo e Amauri abbandoni quell'accento sulla ì che lo renderebbe, sportivamente parlando, meno straniero in territorio amico

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky