03 novembre 2008

''Il segreto di questo Milan in vetta? Semplice: il gruppo''

print-icon
kak

Ancelotti il giorno dopo l'1-0 al Napoli e la conquista del primo posto in classifica: è molto unito da anni ed è riuscito a riprendere la situazione. Non sarebbe bastato il talento per fare qualcosa di importante e il messaggio è stato recepito da tutti

"Il Milan si è rimesso in piedi grazie alla grossa volontà di superare le difficoltà di inizio stagione. La squadra è stata rinnovata molto e i giocatori dovevano avere il tempo di inserirsi. Lo abbiamo fatto superando le difficoltà iniziali e questo è il segreto, in certi casi il gruppo si sfascia o si consolida, questo gruppo è molto unito da anni ed è riuscito a riprendere la situazione".

Questo il segreto del Milan capolista, secondo il suo allenatore Carlo Ancelotti. Il tecnico rossonero dopo la vittoria con il Napoli, vede nel gruppo unito la fonte principale della riscossa della sua squadra dopo le due sconfitte iniziali. "All'inizio non si riusciva né a difendere, né ad attaccare bene, la squadra era disunita. E' stato importante il sacrificio e la disponibilità dei giocatori con maggiore qualità nel difendere. Lo stesso Kakà ha detto -spiega Ancelotti a Radio Anch'Io Sport- che non sarebbe bastato il talento per fare qualcosa di importante e il messaggio è stato recepito da tutti".

Ancelotti spiega anche l'evoluzione del gioco rossonero. "In queste partite si è visto un Milan meno abile nel palleggio e meno bello stilisticamente, ma più concreto. Da un po' di tempo ci manca un giocatore fondamentale come Pirlo e quando rientrerà giocheremo meglio. Pirlo resta indispensabile -continua l'allenatore rossonero- e non vedo l'ora che torni in fretta, senza di lui squadra più solida ma con meno qualità, Pirlo resta un giocatore insostituibile".

Anche le difficoltà in difesa sono state tamponate. "Il Milan in questo momento ha fuori tutti e quattro i difensori centrali, Nesta, Senderos, Kaladze e Maldini. Il reparto difensivo in questo momento ha delle difficoltà, ma abbiamo preso un gol solo nelle ultime partite. I tifosi stiano tranquilli".

"Al Milan c'è una fortissima sintonia tra società, giocatori, allenatore e tifosi, anche nelle difficoltà. Il gruppo si è consolidato nel tempo e mantiene la filosofia di Sacchi, quella del lavoro, con un'anima italiana con Maldini, Gattuso e Ambrosini", aggiunge Ancelotti che per la sua ironia è stato paragonato al suo maestro Nils Liedholm. "E' vero che ho avuto un grandissimo maestro come Liedholm dal punto di vista dell'ironia e essere paragonato a lui mi rende molto contento". In molti dicevano che il Milan era vecchio, ma proprio i giocatori con piu' anni stanno tenendo benissimo. "L'età pensionabile dei giocatori si è alzata negli ultimi anni, se prima a 30 anni si diceva che un giocatore era vecchio ora è nel pieno della sua carriera".

Poi una battuta su Ronaldinho e su Beckham. "Ronaldihno dopo l'Olimpiade ha lavorato con grande disponibilità e ha capito il calcio italiano, essendo un gran talento si stanno vedendo i risultati. Beckham? Il discorso è molto chiaro, lui ha possibilità di allenarsi con il Milan nella sosta del campionato americano e il Milan ha la possibilità di tesserarlo per questi mesi che sarà con noi, ma per quest'anno non ci sarà la possibilità di tenerlo". I complimenti del tecnico milanista vanno anche al suo portiere. "Abbiati è tornato dall'esperienza dell'Atletico Madrid molto più maturato, sereno e sicuro. Sta avendo un ottimo rendimento, è sereno e pronto, e a livello caratteriale è migliorato molto, a livello tecnico già era forte".

"Io più di manica larga? La vita privata dei calciatori non mi interessa" ha detto ancora, concludendo, il tecnico del Milan. "La maggior parte è gente sposata con figli, e ha le capacità di gestire da sola la sua vita. Mi interessa la professionalità sul campo, la disciplina, il rispettare certe regole credo sia indispensabile. Se poi -aggiunge- un ragazzo giovane passa un'ora in discoteca dopo la partita non ci vedo nulla di male".

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky