09 novembre 2008

Ancelotti: "Il gol del Lecce una disattenzione dell'arbitro"

print-icon
cac

Cacia e Flamini in azione durante Lecce-Milan

L'allenatore del Milan non è soddisfatto del pari ottenuto dai suoi ragazzi a Lecce, ma giudica positiva la prova della squadra: "Abbiamo giocato molto bene, in modo fluido, anche meglio di tante gare in casa"

COMMENTA NEL FORUM FAN CLUB DEL MILAN

E' accigliato Carlo Ancelotti dopo il pareggio per 1-1 del Milan contro il Lecce nel posticipo dell'undicesima giornata di Serie A. Il tecnico rossonero giudica comunque molto positivamente la prestazione dei suoi, raggiunti dal pareggio di Andrea Esposito al 93': "Abbiamo giocato molto bene, in modo fluido, anche meglio di tante gare in casa", ha detto Ancelotti a SKY. L'allenatore rossonero non ha nascosto il disappunto per la punizione da cui è scaturito il pari, giudicata "un fallo che fischiano solo in Italia". Ancelotti non vuole parlare di difesa poco attenta in occasione del gol del Lecce, sottolineando che a suo dire si è trattato di una "disattenzione più arbitrale che nostra". "La marcatura c'era - ha aggiunto - lui è stato bravo a saltare e a fare gol. Ci può stare, non siamo altissimi e qualche rischio inevitabilmente lo corriamo".

Adriano Galliani mastica amaro. "Continuiamo la nostra striscia - spiega l'ad del Milan - abbiamo stradominato, proseguiamo a lottare per lo scudetto. Crediamo di avere una grande squadra, ai punti il Milan avrebbe vinto largamente. Il campionato è difficile, tutti hanno buoni giocatori, oggi ha deciso il recupero. Spiace perdere così due punti - conclude Galliani - al 92' eravamo ancora primi in classifica. Pazienza, la vita continua".

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky