14 novembre 2008

Mourinho: "Sabato Inter e Juve non avranno gli stessi punti"

print-icon
jos

Josè Mourinho, il tecnico nerazzurro è sempre sotto i riflettori

L'allenatore nerazzurro accende in anticipo il big match contro i bianconeri in programma il 22 novembre: "La Juventus ha una partita in più, normale che sia alla pari con noi, ma già dopo Palermo saremo di nuovo davanti a loro. E anche tra una settimana"

"Io rispetto Ranieri come allenatore. Non è lui ad avere gli stessi punti che ho io. E' la Juve che ha gli stessi punti dell'Inter. Domani non credo che avremo gli stessi punti. E nemmeno tra una settimana". Josè Mourinho si concentra soprattutto al match che l'Inter domani giocherà a Palermo. Alla vigilia della sfida con i rosanero, però, c'è spazio anche per pensare alla sfida con la Juve in programma tra una settimana. Nerazzurri e bianconeri sono appaiati in vetta alla classifica con 24 punti, ma la Juve ha giocato una partita in più. All'inizio della stagione, Mourinho e Claudio Ranieri, allenatore della Juventus, sono stati protagonisti di ripetuti botta e risposta dai toni polemici.

Ancora fuori. Mourinho non ha ancora perdonato Adriano. Il tecnico dell'Inter non l'ha convocato per Palermo. L'attaccante brasiliano è alla quinta esclusione di fila. Fuori dalla lista anche Quaresma. "Adriano senza influenza avrebbe giocato- dice Mourinho- Non mi sono arrabbiato per l'influenza di martedi'. I miei rapporti personali con lui sono buoni. Professionalmente lui è come gli altri, si deve allenare tutti i giorni, deve arrivare in orario. Questa settimana non si è allenato martedì, mercoledì si è allenato da solo, giovedì è stata la prima seduta con il gruppo. E oggi si è allenato al 100 per 100. Ma è poco per me". Su Quaresma: "E' un giocatore che ha avuto possibilità e ne avrà ancora. Ma Mancini ha fatto una grande settimana di lavoro. Merita di tornare lui. Obinna contro l'Udinese ha portato intensità nel gioco, merita di seguire la squadra. E anche Balotelli e Cruz. E Ibra. Abbiamo un nucleo di attaccanti molto forte e non posso convocare tutti. Ho dato a Quaresma tre giorni senza calcio, per andare in Portogallo dalla famiglia. La prossima settimana lui può diventare molto importante perchè ci sono i nazionali Mancini, Obinna e Balotelli che saranno andati fuori".

"La stampa inglese è fantastica". Nei primi mesi della sua avventura sulla panchina dell'Inter, Josè Mourinho è stato protagonista di 'faccia a faccia' spigolosi con i media italiani. "In Inghilterra ci sono 2 pagine di calcio sui giornali. Il lunedì magari sono 6 o 7. Dopo le partite c'è una flash interview, poi c'e' una conferenza stampa di 5 minuti. La stampa inglese è fantastica", dice ricordando con un sorriso il recente passato al Chelsea. Dall'Inghilterra arrivano voci relative ad una faraonica offerta del Manchester City, pronto a fare follie pur di convincere il portoghese. "Non ho emissari. Ho un procuratore che fa quello che gli dico. In questo momento non gli ho detto assolutamente niente", taglia corto Mourinho.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky