14 dicembre 2008

Ancelotti bacchetta la difesa, ma assicura: reagiremo

print-icon
car

Sguardo perplesso per Carlo Ancelotti. Il Milan è andato ko contro la Juve evidenziando ancora una volta grosse lacune difensive

Il tecnico del Milan analizza il ko di Torino con la Juve: "Siamo stati troppo vulnerabili dietro, abbiamo preso gol con troppa facilità. La sosta per noi sarà molto utile per cercare di recuperare un po' tutti e riprendere nuovo slancio"

"Cosa ha fatto la differenza oggi? Siamo stati troppo vulnerabili dietro, abbiamo concesso loro troppe opportunità per concludere e darci fastidio. La differenza oggi l'ha fatta la fase difensiva: abbiamo preso gol con troppa facilità". Carlo Ancelotti, dai microfoni di SKY, mette sotto accusa il suo reparto difensivo per la sconfitta contro la Juventus che sembra aver messo fine ai sogni di scudetto dei rossoneri, ora a nove punti dall'Inter. "Oggi abbiamo difeso a zona - continua Ancelotti - ma sul terzo gol della Juve Kaladze ha cercato di stare davanti. Invece bisogna stare sull'uomo e saltare insieme. La Juve ha giocato sui nostri errori: noi oggi siamo riusciti a giocare bene in avanti, ma non siamo riusciti a fare la copertura difensiva, e abbiamo preso quattro gol, che sono troppi".

"Ci sono stati troppi episodi - aggiunge l'allenatore del Milan - che hanno fatto diventare la partita in grande salita per noi. Siamo riusciti a riprenderla due volte, poi non più". Ma ora il Milan riuscirà a reagire a questa botta? "Credo che sicuramente una reazione ci sarà - risponde Ancelotti -. La sosta per noi sarà molto utile per cercare di recuperare un po' tutti e riprendere nuovo slancio. A questo punto Beckham diventa ancora più utile ed importante, anche se non ha certo le caratteristiche di Gattuso

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky