18 dicembre 2008

Maldini: il momento è difficile, ma lotteremo sino alla fine

print-icon
mal

Paolo Maldini: lotteremo per qualcosa di importante fino alla fine

L'INTERVISTA. Il capitano del Milan parla a SKY Sport24: la squadra non attraversa un momento brillantissimo, ma non è sicuramente uno dei momenti più difficili che abbia passato qua. Beckham? Potrebbe dare qualcosa a questa squadra

Il difensore e capitano del Milan, Paolo Maldini, ha parlato a Sky Sport24, in un’intervista esclusiva.

C’è un gran numero di infortunati a centrocampo, come mai, forse, era accaduto prima al Milan
“Si, c’è un’emergenza, ma ce ne sono state altre in vari settori, come l’anno scorso nel reparto avanzato, con gli attaccanti. Diciamo, che non c’è mai equilibrio, nel senso che molto spesso hai grande abbondanza di difensori, ma ti mancano gli attaccanti, o viceversa. Credo che qualcuno possiamo recuperarlo e per domenica mandare in campo una formazione sicuramente all’altezza”.

La spiegazione di questo momento sta anche negli infortuni o solo negli infortuni?
“No, la squadra non attraversa un momento brillantissimo, ma non è sicuramente uno dei momenti più difficili che abbia passato qua al Milan. Non dimentichiamoci la differenza in classifica che c’è quest’anno rispetto ai due anni passati. Quindi, abbiamo sicuramente fatto dei passi in avanti e potevamo far meglio. Ma siamo ancora lì a lottare per un campionato, che gli anni scorsi, a questo punto della stagione, avevamo praticamente già perso”.

Nove punti sono tanti, ma non sono troppi
“No, sono tanti. Però, l’abbiamo battuta nello scontro diretto (l’Inter, ndr). Abbiamo l’idea che lotteremo per qualcosa di importante fino alla fine. Questo deve essere il nostro spirito, questo sarà il nostro spirito, al di là di quello che si dice in questo momento”.

Probabilmente a gennaio arriverà un centrocampista: è quello che serve?
“In questo momento servirebbe per domenica. Poi, per quello che riguarda gennaio, sinceramente, non lo so, vediamo”.

Rimani ottimista?
“Assolutamente si, per il discorso che ho fatto prima riguardo alla classifica che abbiamo in questo momento. Ci sono squadre che insegnano, anche quest’anno, che hanno avuto momenti difficili, come la Roma, che era distante 15-20 punti dal vertice e che adesso, piano, pano, sta risalendo. L’importante è credere nelle proprie possibilità e avere una quadra forte. Queste due cose il Milan le ha”.

Quanta curiosità c’è per Beckham?
“Come giocatore lo conosciamo, è un giocatore che potrebbe dare qualcosa a questa squadra. Potrebbe essere anche una pedina importante. C’è molta curiosità per quel che riguarda la sua vita privata, ma questo, sinceramente, mi interessa meno”.

Il meglio della Serie A

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky