Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
04 gennaio 2009

Addio Leo Clijsters, fatale la partita contro il cancro

print-icon
leo

Leo Clijsters ha conquistato un quarto posto agli Europei dell''84 con la maglia del Belgio

L'ex difensore della nazionale belga è scomparso all'età di 52 anni dopo una grave malattia ai polmoni. Era il papà della tennista ed ex numero uno del mondo Kim Clijsters. In carriera ha vinto la Coppa delle Coppe col Malines.

E' morto all'età di 52 anni l'ex difensore della nazionale belga Leo Clijsters, padre della tennista, ex numero uno del mondo Kim Clijsters. L'uomo è deceduto dopo una lunga malattia, un cancro ai polmoni, "tra l'affetto dei suoi cari",  si legge nel comunicato emesso dalla famiglia, che chiede rispetto per la vita privata di Kim ed Elke in questi momenti difficili. La cerimonia funebre si terrà con un rito privato. Nato il 6 novembre del 1956, Leo Clijsters, ex difensore del Waterschei, del Liegi, dell'FC Malines e per 40 volte della nazionale dei diavoli rossi, aveva annunciato la sua grave malattia pubblicamente appena un anno  fa. Alcuni mesi più tardi è diventato nonno di una bambina, Jada Elly, nata dal matrimonio tra la figlia, l'ex tennista Kim Clijsters e il giocatore statunitense di pallacanestro Brian Lynch.

Lo sport ha sempre giocato un ruolo primario nella sua vita. Dopo la sua carriera da giocatore di calcio, ha fatto l'allenatore  prima di dedicarsi alla carriera delle due figlie Kim ed Elke. Quando Kim decise di lasciare il tennis, Leo Clijsters si avvicinò di nuovo al calcio e firmò un contratto da allenatore con il Tongres, ma purtroppo dopo alcune settimane dovette abbandonare l'incarico. Alcuni accertamenti fisici, in seguito ad una tosse persistente, avevano scoperto il cancro. Una ventina di anni fa, Leo Clijsters aveva già avuto un cancro ma era riuscito a guarire dopo due operazioni. Secondo il comunicato, riportato dal sito del quotidiano le Soir, firmato dalle sue due figlie, Leo Clijsters aveva recentemente deciso di cessare ogni trattamento. Con lui sparisce un grande personaggio dello sport belga.