Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 febbraio 2009

Prima seduta in vista del Brasile, De Rossi punto da insetto

print-icon
der

Daniele De Rossi, piccolo problema per lui nel primo allenamento in vista di Italia-Brasile

Il centrocampista della Roma costretto a lasciare il campo per una puntura alla bocca. Risentimento per Gamberini che si è sottoposto a massaggi, Di Natale, Toni, Rossi e Perrotta sono affaticati. La partenza per Londra è prevista per le 16.30

VAI SUBITO AL FORUM DELLA NAZIONALE!

E' cominciato con mezz'ora di ritardo sul previsto l'allenamento della Nazionale di calcio a San Siro, in vista dell'amichevole di martedì a Londra contro il Brasile. Prima dell'inizio della seduta Marcello Lippi ha parlato per 10 minuti alla squadra riunita in cerchio, poi è cominciato il lavoro agli ordini dei preparatori atletici Gaudino e Scala, fatto di corsa leggera ed esercizi in scioltezza.

Dopo cinque minuti Daniele De Rossi ha lasciato il campo, si è diretto negli spogliatoi assieme al medico degli azzurri Castellacci. Il giocatore della Roma ha fatto dei gesti toccandosi la bocca. Non sta partecipando alla seduta il difensore della Fiorentina Gamberini, che si sta invece sottoponendo a massaggi. La partenza degli azzurri per Londra è prevista alle 16:30 da Malpensa. L'allenamento di rifinitura sul terreno dell'Emirates Stadium è in programma alle ore 19 locali, le 20 in Italia.

Daniele De Rossi è stato costretto ad interrompere l'allenamento degli azzurri per una reazione allergica ad una puntura di un insetto che lo ha preso su un polpaccio. Lo ha spiegato il medico degli azzurri Ermete Castellacci. Quanto a Gamberini, che non ha partecipato alla seduta, per lui si tratta di un risentimento. Non hanno partecipato all'ultima parte della seduta Di Natale, Gilardino, Toni, Montolivo, Rossi e Perrotta. Per loro, affaticati dopo le partite di ieri, soltanto 40 minuti di allenamento.

E' durato 55 minuti in tutto l'allenamento defaticante degli azzurri sul terreno del Meazza. Nella parte conclusiva della seduta Lippi ha provato due diversi schieramenti difensivi, il primo, che dovrebbe essere quello titolare contro il Brasile, con Zambrotta, Cannavaro, Legrottaglie e Grosso, poi con Zambrotta, Bonera, Cannavaro e Dossena. Contro di loro il resto degli azzurri ha provato alcuni schemi offensivi. A fine seduta i calciatori dell'Italia si sono brevemente intrattenuti con un gruppo di ragazzi disabili che ha seguito la seduta.