Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 marzo 2009

Coppa Uefa, Quagliarella e Di Natale stendono lo Zenit

print-icon
udi

Di Natale ha firmato il rigore che è valso il raddoppio per l'Udinese

Nel match d'andata degli ottavi di finale i friulano superano 2-0 i russi e mettono una seria ipoteca sul passaggio del turno. Partita comandata per gran parte dei 90' e sbloccata nei minuti finale dalle reti dei due attaccanti

COMMENTA NEL FORUM DELL'UDINESE

UDINESE - ZENIT SAN PIETROBURGO  2-0
40'st Quagliarella, 47' st Di Natale rig.

L'Udinese si aggiudica per 2-0 l'andata degli ottavi di finale di Coppa Uefa, battendo al Friuli lo Zenit San Pietroburgo. L'undici di Pasquale Marino (espulso nella ripresa) domina il primo tempo, crea tante occasioni anche nella ripresa ma solo a 5' dallo scadere riesce a passare con Quagliarella. Poi, in pieno recupero c'è il rigore trasformato da Di Natale. Al 10' cross dalla destra di Pepe e girata al volo dal limite di Di Natale che impegna Malafeev alla parata. aL 17' Pepe serve Zapata che crossa al centro per la testa di Quagliarella. La palla esce di poco. Al 22' Di Natale dalla sinistra dà la palla a Quagliarella che con una giravolta manda la palla a lambire il palo più lontano, con l'estremo russo battuto. Al 28' Inler si tuffa in area ed è ammonito per simulazione. Lo Zenit ci prova in due occasioni con Sanny, ma il primo tiro al 32' è favile prenda di Handanovic ed il secondo tre minuti più tardi è altissimo sopra la traversa. Al 40' contropiede dei friulani con Pepe lanciato sulla sinistra che prova la conclusione, ribattuta in fallo laterale. Al 43' Di Natale, sempre sulla sinistra salta Tymoshchuk, poi, però, serve troppo lungo per la testa di Asamoa. Al riposo sullo 0-0, un risultato che sta stretto ai bianconeri di Marino.

Al rientro in campo, Zenit pericolosissimo al 3' con una conclusione dal limite di Tymoshchuk che sbatte sotto la traversa ed esce, con Handanovic battuto. Replica al 6' dell'Udinese con un tiro da lontano di Pasquale che Malafeev respinge, Di Natale irrompe di testa da due passi ma manca la porta. Al 22' Malafeev alza sulla traversa una incornata sul primo palo di Inler su corner battuto da Pepe. Passa un minuto e lo stesso Pepe su azione personale, preferisce battere a rete, spedendo a lato, invece di servire i compagni smarcati. Gli ospiti, però, non stanno a guardare ed al 28' è bravo Handanovic a respingere una conclusione di Zyryanov al termine di un'azione di contropiede. Al 32' è poi Tekke a provare il tiro a rete, deviato in corner da Zapata. Giro di lancette e Pasquale Marino viene espulso dall'arbitro per proteste per un fallo su Pepe. Al 35', Di Natale, aggancia a centro area e si gira. Malafeev vola a deviare la conclusione. Al 37' si fa male Coda che è sostituito da Felipe. Al 40' finalmente l'Udinese passa. Discesa sulla destra di Pepe che entra in area e serve Quagliarella che da due passi insacca. Un minuto più tardi Di Natale avrebbe la palla del possibile 2-0, ma lanciato sul filodel fuorigioco, sbaglia il controllo della palla, consentendo il recupero di Malafeev. Al 44' lo Zenit ci prova da lontano con Tymoshchuk, di poco fuori. Al 46', però, c'è un rigore per i bianconeri per una trattenuta in area ai danni di Obodo. Espulso per doppia ammonizione Shirokov e Di Natale dal dischetto porta il punteggio sul definitivo 2-0. E giovedì prossimo c'è il ritorno a San Pietrobuorgo, in casa dei detentori della Coppa.