Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 marzo 2009

Barça e Liverpool travolgenti. Il Real non molla

print-icon
eto

Eto'o non lascia scampa al malcapitato portiere del Malaga nel 6-0 dei blaugrana sul Malaga

Liga: i blaugrana rispondono ai blancos che hanno battuto 3-0 l'Almeria e giocano a tennis con il Malaga (6-0). In Premier i Reds abbattono 5-0 l'Aston Villa e si portano a -1 dal Man U. L'Amburgo vince e torna secondo in Bundesliga

PREMIER LEAGUE
Non se l'è fatto dire due volte. Al sabato perde il Manchester United, alla domenica vince il Liverpool. E come vince: 5-0 all'Aston Villa, dopo i quattro gol rifilati al Real Madrid in Champions, e altri quattro ai Red Devils appena otto giorni fa. In un attimo ecco la Premier riaperta, perché ora il vantaggio della squadra di Ferguson è appena di un punto, anche se con una partita ancora da recuperare. Il Liverpool ora ci crede davvero, anche perché contro i Villans non era certo una partita agevole. E invece ci mette appena 8 minuti Kuyt a segnare l'1-0 e a dare il via alla goleada: il raddoppio è di Riera, poi tocca al capitano. Tre gol di Gerrard, due su rigore. Una firma pesante per una giornata pesante, tra l'altro all'indomani della sconfitta della terza pretendente al trono, il Chelsea. A chiudere la giornata i successi del Wigan, 1-0 all'Hull, e del Manchester City, 1-0 al Sunderland.

BUNDESLIGA
L'Amburgo si è aggiudicato il posticipo della 25/a giornata della Bundesliga, battendo in trasferta per 2-1 lo Schalke 04: il match è stato deciso dalla doppietta di Guerrero (25' e 30' st), inutile il gol dei padroni di casa realizzato da Farfan, a 10' dalla fine. Con questo successo l'Amburgo ha raggiunto al secondo posto con 48 punti il Wolfsburg ed il Bayern Monaco, che ieri avevano riavvicinato l'Hertha Berlino, sempre al comando con 49 lunghezze. Non basta Huntelaar, il Barcellona resta a
sei punti.

LIGA
Il Real continua il lungo inseguimento. Vincono entrambe, le pretendenti al titolo. E senza lasciare sul campo una goccia di sudore. Il Barca, dopo 32 minuti appena è già 3-0 contro il Malaga. Finirà in goleada: 6-0. Il Real dopo 24 è 1-0 sull'Almeria ma ha già la partita in mano. Il duello a distanza - anche temporale - si delinea così: una domenica di potere in stand by. La squadra di Guardiola centra la quarta vittoria di fila tra Liga e Champions. Segna Xavi al 19', poi Messi fa uno dei suoi gol: dribbling strettissimo, tre tocchi e palla all'incrocio. Pochi minuti ed ecco il 3-0 di Henry, saltando il portiere. E prima dell'intervallo la lista dei bomber si allunga a Eto'o, per il 4-0. Nemmeno 5 minuti nella ripresa ed ecco il 5-0 di Dani Alves, a continuare un elenco che pare infinito. Perche' al 12' segna ancora Eto'o. Poi basta. Povero Malaga. Il Real, come detto, non ha invece problemi a battere l'Almeria. L'1-0 è di Marcelo, poi ci pensa Huntelaar a chiudere il conto con una doppietta, la seconda di fila. Trova punti per scalare posizioni in classifica anche il Valencia (1-0 al Racing Santander), mentre il Deportivo La Coruna è fermato sull'1-1 dal Betis Siviglia. Successi anche per Osasuna (con l'Espanyol), Numancia (con lo Sporting Gijon) e Getafe (contro il Recreativo Huelva).