Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
10 aprile 2009

Il Flamengo vuole Adriano: "Per lui porte sempre aperte"

print-icon
adr

Adriano durante la conferenza stampa nella quale ha annunciato di vole dire basta col calcio, almeno per un po'

Dopo aver a lungo cullato il sogno di ingaggiare Ronaldo, i dirigenti rossoneri hanno reso nota la disponibilità ad accogliere l'Imperatore nella loro squadra, dove l'attaccante ha cominciato a giocare al calcio

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

Se Adriano decidesse di tornare a giocare quanto prima, saprebbe già dove andare. "Per lui le porte del Flamengo sono aperte", ha infatti assicurato oggi il vicepresidente del club carioca, Kleber Leite. Che ha anche aggiunto: "Posso senz'altro assicurare che siamo disposti ad aiutarlo per qualsiasi cosa lui abbia bisogno".

Kleber Leite, comunque, ha anche precisato: "Non credo che sia il momento opportuno per parlare di un eventuale ingaggio di  Adriano da parte nostra. Per rispetto a lui e all'Inter che lo ha sotto contratto". Da rilevare che nel corso della conferenza stampa in cui l'attaccante ha annunciato di volere restare in Brasile e di smettere con il calcio ("Ma non so se riuscirò a restare fermo più di una, due o tre settimane"), quando gli è stato chiesto in quale squadra del Brasile avrebbe preferito riprendere a  giocare, ha risposto: "Deve essere per forza il Flamengo, perché in caso contrario mia nonna m'ammazza".

Da ricordare inoltre che, lo scorso dicembre, giusto una settimana dopo in cui Ronaldo venne ingaggiato dal Corinthias, secondo i media di Rio i dirigenti del Flamengo hanno contattato il procuratore di Adriano, Gilmar Rinaldi per sapere da lui se  l'attaccante avrebbe potuto tornare a giocare nelle loro file. Tutto fa supporre che, ora, la strada dell'Imperatore sia appunto inclinata per fargli indossare nuovamente la maglietta del club dove ha iniziato la sua carriera nelle squadre giovanili.