Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
07 maggio 2009

Galliani: "Milan-Juve è il derby d'Italia. Ancelotti resta"

print-icon
anc

Adriano Galliani ha ribadito la fiducia ad Ancelotti e lo ha invitato nuovamente a cena, perchè? Non si sa...

L'ad rossonero stuzzica i cugini dell'Inter sull'importanza della sfida tra rossoneri e juventini. Sulla questione allenatore: "L'ultima cena è già diventata penultiima perché ce ne sarà un'altra. Il motivo? Cose nostre". Su Nesta: "Lo aspetteremo ancora"

COMMENTA NEL FORUM DEL MILAN

"Io non voglio polemizzare, ma ho visto le dichiarazioni anche di Lapo Elkann che dice che Milan-Juve è il vero derby d'Italia". Adriano Galliani non vuole rubare "titoli" ai cugini nerazzurri, ma arrivando in Lega per un appuntamento coi presidenti di serie A, sottolinea l'importanza del big match di domenica sera che vale le posizioni nella piazza d'onore. "Loro hanno vinto di più in Italia e noi nel mondo - dice sorridendo - e quindi sembrerebbe così".

Il vicepresidente rossonero rifiuta di dare un giudizio ora sulla stagione del Milan: "Il primo giugno vi dirò, la stagione non è finita, mancano quattro partite e i conti si fanno alla fine, anche se il discorso che riguarda lo scudetto continua a essere strachiuso, non scherziamo: a quattro dalla fine non si possono recuperare sette punti". Sulle tante voci di un nuovo allenatore al posto di Ancelotti si dice sicurissimo che il tecnico di Reggiolo resterà anche il prossimo anno: "Io parlo solo con Ancelotti, l'ultima cena è già diventata la penultima perché stasera la ripetiamo e sappiamo noi il perché..."
andiamo a cena...".

Adriano Galliani ha, inoltre, smentito le voci che parlano di un Nesta sul punto di annunciare il suo ritiro. "Con Nesta stiamo ragionando, noi lo aspettiamo lo aspetteremo ancora un po' di tempo - dice il vicepresidente  rossonero -. Il Milan non intende avvalersi della facoltà, che peraltro avrebbe, di risolvere il contratto perché Nesta è un campione inarrivabile. Noi abbiamo ancora la speranza che Nesta possa tornare a giocare nel Milan. Senza di lui non avremmo la Champions del 2003, la finale del 2005, la semifinale 2006, il 2007 eccetera. Nesta è stato un giocatore fondamentale per il Milan e speriamo che continui ad esserlo".