Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 giugno 2009

De Rossi si arrende: "La Spagna è su un altro pianeta"

print-icon
dan

Daniele De Rossi, centrocampista azzurro e della Roma, durante un allenamento della Nazionale

Dal Sud Africa, in vista della Confederations Cup, il centrocampista azzurro e simbolo della Roma, commenta così il dominio calcistico-economico dei club che giocano nella Liga. E su Ronaldo al Real: "Certe cifre sono fuori dal mondo"

IL CALENDARIO DI TUTTE LE PARTITE

COMMENTA NEL FORUM DEGLI AZZURRI

"Sono già su un altro pianeta: basta guardare la finale di Champions quest'anno". Daniele De Rossi, centrocampista azzurro e simbolo della fedeltà al suo club, la Roma, commenta così il dominio calcistico-economico dei club spagnoli ma non solo, nel giorno del megatrasferimento di Cristiano Ronaldo al Real Madrid.

"Certe cifre sono fuori dal mondo - dice De Rossi, dal campo d'allenamento della nazionale in Sud Africa - ma senza retorica, nel calcio ci stanno: e per il miglior giocatore del mondo, con Messi, e per di piu' cosi' giovane, sono persino meritate".

Il discorso semmai è un altro: "Il gap economico tra i nostri club e quelli stranieri è ampio, ed è destinato ad aumentare. Forse solo l'Inter puo' tenere il passo. Ma per continuità, gioco, livello generale, all'estero sono di un altro pianeta".

E allora De Rossi non è mai stato tentato di cedere alle lusinghe dei grandi club? "Io ho giurato fedeltà alla Roma, a differenza di altri non cambio idea. Sono giovane, e le offerte non mancherebbero. L'Inter mi cerca? Di queste cose devono parlare i direttori sportivi, il mio recinto è la Roma".