Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 settembre 2009

L'Inter inciampa, Samp in vetta. Fiorentina ok a Livorno

print-icon
mil

Ritorno amaro a Genova per Milito che rimane a bocca asciutta: l'Inter va ko contro la Samp

Negli anticipi della sesta giornata di Serie A i blucerchiati vincono 1-0 grazie alla rete di Pazzini e volano in testa alla classifica. Derby toscano ai viola: in gol il solito Jovetic. GUARDA LE FOTO E GLI HIGHLIGHTS GRATIS SU SKY.it

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

SAMP-INTER 1-0
27' st Pazzini

Guarda la cronaca


Colpaccio della Sampdoria nel primo anticipo della sesta giornata di Serie A: i blucerchiati infliggono all'Inter la prima sconfitta della stagione. E' Pazzini l'eroe della giornata, suo il gol partita messo a segno al 72' su assist di Daniele Mannini. A meno di dieci minuti dal termine l'Inter ha trovato il pareggio con Lucio su tiro di Quaresma, ma la rete è stata giustamente annullata per fuorigioco. Grazie all'1-0 contro l'Inter la Samp vola in testa alla classifica a quindici punti, sorpassando proprio i nerazzurri, bloccati a quota tredici punti con la Juventus, quest'ultima in campo domani a Torino contro il Bologna.

In un campo in brutte condizioni le due squadre passano i primi 20' a studiarsi: Balotelli, in palla, ci prova da 35 metri; al 23' la combinazione Cambiasso-Milito-Cambiasso porta il centrocampista argentino al tiro da buona posizione: Castellazzi risponde alla grande. Sul fronte opposto è Palombo ad avere sul destro l'opportunità giusta dopo una respinta corta di Vieira, ma non trova il tempo per concludere verso Julio Cesar. Al 39' Cassano salta Lucio e cade: Rizzoli lo punisce con l'ammonizione per simulazione, il talento barese si scusa e accetta il "giallo".

Altri ritmi e occasioni più nitide nella ripresa. Milito e Balotelli per l'Inter, Pazzini e Mannini per la Samp: in mezzo un episodio dubbio (contatto Santon-Poli in area nerazzurra) che Rizzoli però non valuta da digore. Mourinho torna al 4-4-2: dentro Stankovic e Chivu per Balotelli e Vieira; Del Neri si copre con Zauri per Bellucci. Al 27' la partita prende una svolta: Santon sbaglia un comodo passaggio in uscita, Palombo tocca per Mannini, cross immediato per Pazzini (solissimo in area) che batte l'incolpevole Julio Cesar. Quaresma per Cambiasso, Mourinho prova il tutto per tutto. L'Inter il gol lo segna anche, Quaresma calcia al volo, trova la deviazione fortuita di Lucio che spiazza Castellazzi: il brasiliano però è in fuorigioco. Nel finale confuso ancora Lucio su punizione mette alla prova i riflessi di Castellazzi, poi Eto'o sbaglia da fuori: niente pareggio, la Samp vince con merito e Del Neri fa un altro brutto scherzo a Mourinho.

LIVORNO-FIORENTINA 0-1
31' st Jovetic (rig.)

Guarda la cronaca


Ancora Jo Jo decisivo. Il montenegrino ci ha preso gusto e anche se questa volta il gol arriva su rigore, è Stevan Jovetic a trascinare la Fiorentina al successo nel derby di Livorno. Amaranto ko, ma il pareggio la squadra di Russo e Ruotolo l'avrebbe meritato e lo dimostra il fatto che, ancora una volta, Frey è tra i migliori in campo di una Fiorentina non bella, ma concreta e brava a saper reggere l'urto nel finale quando è rimasta in 10 per l'espulsione di Dainelli.

Si comincia con Prandelli che sceglie il turnover: in difesa debutta De Silvestri, a centrocampo Donadel prende il posto di Zanetti, sulla trequarti Jorgensen e Mutu preferiti a Marchionni e Jovetic, a sinistra c'è Vargas, Gilardino è l'unica punta. Nessuna novità nel Livorno: Russo e Ruotolo si affidano alla coppia Tavano-Lucarelli in avanti con Candreva trequartista. In tribuna c'è Lippi e chissà che i suoi occhi non siano anche per il fantasista amaranto, tra le più belle sorprese di questo avvio di torneo. Discreto l'avvio dei viola che vogliono fare un regalo al presidente dimissionario, Andrea Della Valle, che oggi festeggia il suo 44esimo compleanno. Ritmi bassi e prime conclusioni al 15': Lucarelli da una parte, Gilardino dall'altra.

Al 28' bel contropiede Pasqual-Gilardino-Mutu, largo il piatto destro del rumeno. Al 30' Dainelli salva Frey sulla conclusione di Candreva, poi al 38' è il portiere francese che si esalta sul destro al volo di Pulzetti. Nella ripresa subito occasioni per Jorgensen e Candreva (bravo Frey), poi ci provano Tavano (ancora Frey) e Gilardino (bella la riposta di De Lucia). Cresce la Fiorentina che ancora con il Gila si rende pericolosa. Al 30' proprio Gilardino costringe Diniz al fallo da rigore: sul dischetto va Jovetic, appena subentrato a Mutu, che batte De Lucia. Nel finale il Livorno ci prova (dentro anche la terza punta, Cellerino), la Fiorentina resta in 10 per l'espulsione di Dainelli, ma il risultato non cambia. I viola vincono il derby e si portano a quota 13 in classifica, al fianco di Juve (una gara in meno) e Inter. Il Livorno resta a 2.