Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 settembre 2009

Ferrara fa mea culpa: "Abbiamo concesso troppo"

print-icon
cir

La smorfia del tecnico bianconero Ferrara a fine partita

L'allenatore bianconero è deluso dall'1-1 contro il Bologna: "Siamo stati ingenui, oltre al gol loro hanno avuto troppe possibilità di pareggiare". GUARDA GRATIS SU SKY.it TUTTI I GOL DELLA SERIE A

Ciro Ferrara fa mea culpa per il pari raggiunto dal Bologna nelle fasi finali della partita con la Juventus. "Non era l'unica occasione avuta dal Bologna - spiega ai microfoni di Sky - siamo stati ingenui, noi tardavamo a scattare indietro. Sul loro pareggio non c'era nessuno, abbiamo concesso qualcosa di troppo. Ho inserito giocatori che era diverso tempo che non giocavano, forse può essere stato un problema schierarli tutti insieme. Problemi in fase difensiva? noi cerchiamo di attaccare, cercheremo di migliorarci in questo senso. Dobbiamo cerca di amministrare meglio quando abbiamo la palla e dobbiamo essere meno frenetici. Ci vuole più equilibrio".

Il difensore della Juve Nicola Legrottaglie ha parlato in esclusiva ai microfoni di SKY. L’intervista è andata in onda nel post partita di Juventus-Bologna.

Cos’è successo alla fine?
Quello che non deve succedere: abbiamo perso concentrazione, abbiamo perso una palla stupida. In Serie A è così, non ti perdonano, in Serie B o da altre parti magari sbagliano davanti alla porta, in Serie A ci sono giocatori forti e ogni palla che concedi è gol. Oggi dobbiamo fare “mea culpa”, abbiamo tenuto bene anche nel secondo tempo, abbiamo perso 2 punti veramente stupidi.

Il finale ha ricordato un po’ alcuni difetti della scorsa stagione: sei d’accordo?
Il problema è che anche oggi, forse, abbiamo sofferto un pochino di più dopo l’1 a 0. Noi di solito appena sblocchiamo il risultato, non so perché, si spegne qualcosa, poi nel secondo tempo l’abbiamo gestita bene, abbiamo rischiato meno, abbiamo fatto un buon calcio, solo che l’ultimo minuto abbiamo fatto questo errore che ci è costato 2 punti. Ormai è così, è finita, adesso pensiamo a mercoledì, alla Champions League, è importantissima, e andiamo avanti.

Tra i lati positivi di questa partita c’è la prestazione della difesa e il recupero di giocatori importanti. Forse Diego, però, deve ancora recuperare…
È stato fermo due settimane, è comprensibile. Adesso aspettiamo che tutti quanti acquistino la forma migliore, poi iniziamo tutti insieme, con il gruppo unito, come abbiamo fatto fino adesso, a continuare. Non ci dobbiamo scoraggiare per un risultato negativo. La grande squadra è quella che nel momento in cui cade si rialza subito e noi dobbiamo dimostrare questo mercoledì a Monaco e poi domenica a Palermo.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLA SERIE A

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT