Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 novembre 2009

L'Eire funesta del Trap: con la Francia sarà come una finale

print-icon
gio

Giovanni Trapattoni lancia un chiaro messaggio alla Francia alla vigilia del match d'andata del sorteggio play-off contro la Francia (foto Ap)

Il tecnico italiano carica i suoi alla vigilia della sfida del Croke Park contro i galletti di Domenech che vale un posto per i Mondiali sudafricani del 2010: è stato detto molto, ora è il tempo di agire. Per noi vale come una finale di Coppa del Mondo

Basta parlare ora è il tempo dei fatti, Giovanni Trapattoni è ottimista alla vigilia della sfida con la Francia: una partita che vale "la finale di Coppa del Mondo". Sangue freddo e concentrazione, è quanto chiede il Trap alla sua Irlanda, sfavorita dai pronostici dai bookmakers. L'attesa cresce e il tecnico italiano non vede l'ora che si scenda in campo, in un Croke Park tutto esaurito. "E' stato detto molto, ora è il tempo dell'azione - le parole del Trap -. La nostra mentalità ci ha portati a non perdere una sola partita nelle qualificazioni. Ho ricordato ai giocatori: ''Siete stati voi''. Contro la Francia, avremo bisogno dello stesso spirito, delle stesse prestazioni". 

Trapattoni rifugge dalla sfida nella sfida contro Raymond Domenech suggerita dai commenti dei media: "Ma Domenech non sarà in campo. Né lui né io. Non mi interessa quello che viene scritto sui giornali, io piuttosto penso ai miei giocatori e voglio che mantengano il sangue freddo perché per noi questa partita vale la finale della Coppa del Mondo".

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT