Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 luglio 2010

Bufera pagelle, Capello chiede scusa: "E' stato un equivoco"

print-icon
ger

Dopo la bufera, Fabio Capello si è scusato per i voti dati ai giocatori della nazionale inglese

Il ct si è scusato, attraverso il figlio, per la pubblicazione dei voti ai giocatori inglesi: "Non sarebbero dovuti andare online, c'è stato un malinteso con i gestori del sito". Ora su capelloindex.com l'accesso alle pagelle incriminate è stato bloccato

Fabio Capello ha chiesto scusa per aver assegnato i voti ai giocatori della nazionale inglese, da lui guidata, nel suo nuovo sito capelloindex.com. Il ct si è scusato  attraverso il figlio Pierfilippo, che è anche il suo legale, per la pubblicazione delle 'pagelle', affermando di non conoscere le persone che stanno dietro il sito e che pubblicano le informazioni. "Fabio è molto dispiaciuto e turbato per quanto è successo", ha detto Capello jr. "Avevamo promesso alla FA che non sarebbe stato pubblicato alcun voto su nessun giocatore dell'Inghilterra. Scoprire che è invece successo il contrario appena il giorno dopo ci ha lasciato interdetti, probabilmente c'è stato un equivoco con chi gestisce il sito. Non c'è nessun valore commerciale in questo, era solo un modo curioso di confrontare le statistiche con le sue valutazioni".

L'irritazione all'interno della Football Association è sempre alta ed è stato chiesto di chiudere il sito web che ora non è più disponibile, almeno nella parte riguardante le discusse pagelle. Il commissario tecnico della squadra dei Three Lions, a caldo, aveva garantito una pronta riparazione chiudendo la pagina web. Poi, per motivi tecnici e per alcuni disguidi con i gestori del sito, c'è stato qualche ritardo. Ora accesso sbarrato: on-line restano soltanto le 'pagelle' dei primi cinque miglior giocatori delle finali mondiali: Forlan, Klose, Muller, Iniesta, Xavi.

COMMENTA NEL FORUM DI CALCIO INTERNAZIONALE

L'ALBUM DEI MONDIALI