Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 ottobre 2010

L'allarme di Platini: la metà dei club europei è in perdita

print-icon
spo

Il presidente dell'Uefa, Michel Platini, è preoccupato dal bilancio economico del calcio europeo

Il presidente dell'Uefa avvisa le federazioni: "Il calcio non sta bene, il pessimo dato del 2009 non sembra essere migliorato. Il fair-play finanziario inizierà l'anno prossimo e se non sarà rispettato ci saranno esclusioni dalle coppe europee"

Commenta nel forum di calcio internazionale

"Il calcio europeo non sta molto bene". A dirlo è Michel Platini, presidente dell'Uefa, in un'intervista al Sole 24 Ore. "La metà dei club della massima serie dei vari paesi già l'anno scorso, accumulava perdite - afferma Platini - . Da una prima analisi dei conti 2009, il dato non sembra essere migliorato, anzi le perdite stanno aumentando, a conferma che un intervento energico sia diventato ormai indispensabile. Si tratta di una situazione che colpisce club in tutte le 53 federazioni".

Le nuove regole sul pareggio fra costi e ricavi, il cosiddetto fair-play finanziario, ed in particolare un monitoraggio dei club, secondo Platini, "inizierà già l'anno prossimo e verrà condotto sotto la supervisione della commissione di controllo finanziario presieduta da Jean-Luc Dehaene". La norma che prevede il pareggio fra costi e ricavi, invece, sarà monitorata per la prima volta durante la stagione 'ispettiva' 2013-2014. I controlli, secondo il presidente dell'Uefa, "sono già cominciati. Basti pensare alla recente esclusione dall'Europa League del Maiorca per il mancato rispetto dei criteri finanziari previsti dal sistema delle licenze".