23 marzo 2011

Capuano ammette: "In trasferta abbiamo un blocco mentale"

print-icon
cir

Ciro Capuano esulta al termine del derby dello scorso anno (Getty Images)

Si pensa già al Palermo e il terzino, ancora alle prese con problemi fisici, conferma il problema del Catania: "Per il derby siamo fiduciosi perché giochiamo in casa". E Lodi aggiunge: "Sappiamo quanto ci tengano i tifosi, faremo di tutto per vincere"

Guarda le statistiche della serie A

Sfoglia tutto l'Album della Serie A

Ciro Capuano è ancora ai box. Probabilmente non giocherà il derby con il Palermo. "Spero almeno di finire tra i convocati". Ma anche se mancano dieci giorni, a Catania non si parla d'altro. E gli stessi giocatori sembrano ormai rassegnati dal fatto che il Catania possa giocarsela solo tra le mura amiche: "Giochiamo in casa, siamo favoriti. Qui difficilmente sbagliamo". E aggiunge: "Affronteremo la sfida con tranquillità, sarà un bel derby che speriamo di vincere. Qual è la sfida che ricordo di più? Indubbiamente quando abbiamo espugnato il Barbera vincendo 4-0". Capuano il derby l'ha giocato anche con la maglia del Palermo: "E mi ricordo del 5-3...". Sta di fatto che i problemi fisici del terzino non sono superati. Come il Catania non ha mai superato il fattore trasferta: ""Il ko di Udine? Abbiamo un limite ormai fin troppo evidente in trasferta ma sono sicuro che in questo finale di campionato almeno una partita esterna la vinceremo. Il nostro è un blocco di tipo mentale, ma intanto concentriamoci sul derby, poi penseremo al Bari che non ci regalerà nulla".

Insomma, battere il Palermo e vincere a Bari per tirarsi fuori dalla lotta per la salvezza. La città non aspetta altro. E Francesco Lodi lo sa bene: "Sappiamo quanta attesa ci sia: i tifosi tengono particolarmente a questa partita e noi faremo di tutto per regalargli una grande gioia". L'ex giocatore del Frosinone si è espresso anche sul suo ruolo: "Non ho difficoltà a trovare la giusta collocazione in campo, ma so che devo migliorare. In generale tutta la squadra può fare meglio, soprattutto in certe situazioni. Ad esempio servire gli attaccanti, dialogare più spesso con loro, trovare la sintonia".

Commenta nel forum del Catania