Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 marzo 2011

River squattrinato: squadra senza stipendio da oltre un anno

print-icon
mat

Il capitano del River Plate, Matias Almeyda (Getty)

Il club argentino si trova ad affrontare una pesante crisi economica: "Il debito è reale ed è un momento difficile, ma il presidente ci ha detto che il denaro sta per arrivare", ha spiegato il capitano Matias Almeyda, ex di Parma, Lazio e Inter

Il capitano del River Plate, Matias Almeyda, ha detto che da più di un anno il club ha un importante debito economico con la squadra, che attualmente è in  lotta per restare nella prima divisione del calcio argentino. "Il debito è reale. Da un anno e mezzo o due i giocatori non ricevono lo stipendio", ha affermato il centrocampista a radio Cooperativa. A dispetto della difficile situazione, l'ex giocatore di Lazio e Parma  si è detto fiducioso per una pronta soluzione, poiché il presidente Daniel Passarella, ha assicurato ai giocatori che verserà il denaro. "Non torno a parlare dell'argomento, crediamo nella parola del presidente che ci ha detto che il denaro stava per arrivare. Siamo coscienti del presente economico del River e stiamo facendo di tutto per superare il momento difficile", ha affermato Almeyda. In questo senso, il capitano ha sottolineato lo sforzo della squadra che domenica ha battuto 2-1 i Newell's allontanandosi dalla zona retrocessione.

Commenta nel Forum del Calcio Internazionale