Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 luglio 2011

Argentina-Brasile, che flop: il talento c'è, l'anima no

print-icon
cop

Argentina e Brasile, le grandi delusioni della Copa America 2011 (Foto Ansa)

Era la finale che tutti sognavano, invece il loro viaggio nella Copa America si è fermato ai quarti di finale. Eliminazioni arrivate ai calci di rigore e seguite da velenose polemiche. IL VIDEO

Gioca alla Fantacopa

Copa America 2011
- lo Speciale - il Calendario

di Christian Giordano

Argentina e Brasile. Ai rigori. No, non è la finale che tutti sognavano, e magari temevano. Sono le grandi delusioni della Copa América, che non smette di regalare sorpese. Argentina e Brasile, le grandi favorite, già fuori ai quarti. La Seleccion è uscita nel Clasico ripolatense contro un Uruguay a lungo in dieci e senza Cavani; la Selecao, rinnovata per puntare in casa alla doppietta Mondiale-Olimpiade, si arresa a un Paraguay che ha tirato in porta tre volte, e mai nello specchio.

Come la Celeste anche la Albirroja veniva dal grande Mondiale in Sud Africa. El Maestro non più triste Tabarez e il Tata Martino - maestro anche lui, ma del controgioco - hanno centrato un'altra impresa. Ma la vera impresa, al contrario, è quella di Batista e Mano Menezes, due Ct incapaci di fare di tanti talenti una squadra.

E se per Batista il futuro è segnato, forse a Mano Menezes verrà data un'altra chance. Il suo è un Brasile ancora troppo giovane, rivedibile nel modulo e negli interpreti. Ma in casa, nel biennio 2014-2016, non portà presentare una Selecao con due mediani difensivi, un attacco senza una prima punta di ruolo e un Ganso troppo fuori condizione per essere vero. Da questa Copa América la Geracao Noventa crescerà più forte. Ma a questi ragazzi, in Brasile come in Argentina, sembra manchi qualcosa. Il talento c'è, l'anima ancora no.

Brasile, le accuse della stampa - Stupefatta per l'eliminazione della 'Selecao' e per i quattro rigori sprecati dagli uomini del ct Mano Menezes, la stampa del Brasile ha ammesso che non è più il caso di continuare a fare ironie sull'Argentina, uscita dal torneo anch'essa dopo aver perso sabato notte ai rigori.

"Mi sono divertito tanto con gli argentini, ora gli argentini hanno ancora più ragioni di noi per divertirsi: siamo stati addirittura peggio di loro, visto che il Brasile ha buttato fuori tre rigori e il quarto, quello di Elano, è quasi finito fuori dallo stadio", ha per esempio commentato il cronista Carlos Eboli, dell'emittente radio Cbn.

La stampa locale concorda nel sottolineare che durante i 90' il Brasile non ha giocato male, ed è stato anzi superiore al Paraguay, così come è successo anche ai supplementari: "Ma il calcio è la somma di tanti fattori, conta molto per esempio l'elemento 'determinazione'. Menezes ha sbagliato quando ha tolto Ganso: senza di lui, la squadra non è più riuscita a costruire niente di significativo", ha sottolineato SporTv.

Guarda anche:
Copa ammazzagrandi: il Paraguay elimina il Brasile ai rigori
Argentina, Copa amara. Ko ai rigori, Uruguay in semifinale

Chi vincerà la Copa? Fai il tuo pronostico sul Forum