Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
20 agosto 2011

Gli sberleffi di Mou, da Monaco de Tibete a Pito Vilanova

print-icon
mou

José Mourinho acceca Tito Vilanova

Così come storpiò il nome all'ad del Catania nel 2008 dopo una polemica a distanza tra i due, il tecnico del Real ha risposto in conferenza stampa sull'aggressione al collaboratore di Guardiola: "Pito (anziché Tito) Vilanova? Non lo conosco". I VIDEO

FOTO: Real Madrid-Barcellona, la partita che da sempre divide la Spagna - L'Album Mourinho: una vita (esagerata) da Special One - La fotosequenza dell'aggressione di Mou

Ricordate quando José Mourinho polemizzò contrò l'ad del Catania Pietro Lo Monaco? L'allora tecnico dell'Inter fece per non ricordare il nome del dirigente rossazzurro che lo aveva criticato e allora disse: "Non conosco nessuno Monaco, conosco Monaco do Tibete, il principato di Monaco, il Grand Prix di Monaco e il Bayern Monaco...". Una scena simile si è ripetuta all'indomani dell'aggressione a Tito Vilanova, l'assistente di Guardiola, colpito ad un occhio durante la sfida di Supercopa tra Real e Barcelona. Interrogato sulla questione, Mou ha risposto così in conferenza stampa: "Chi? Pito Vilanova? Non lo conosco...".

Tuttavia, secondo il quotidiano madrileno "Marca" José Mourinho ha confidato ai suoi più cari amici e alla sua famiglia di essere deluso da se stesso per quanto avvenuto durante la sfida di mercoledì scorso, al Camp Nou, valida per il ritorno della Supercoppa spagnola che i catalani hanno vinto per 3-2 aggiudicandosi il trofeo. In particolare lo "special one" non si perdonerebbe l'aggressione nei confronti del secondo di Pep Guardiola, Tito Vilanova, e le dichiarazioni rilasciate in sala stampa sempre sul viceallenatore del Barca. Mourinho, che ieri ha riflettuto molto su quanto avvenuto la sera prima, sa che il clima rovente del finale di partita e le provocazioni ricevute non possono giustificare il suo comportamento, anche perché rappresenta il Real Madrid e certi comportamenti danneggiano l'immagine del club "blanco".

GUARDA I DUE VIDEO