21 settembre 2011

Allegri e il paragone con Gasperini: "Io dormo tranquillo"

print-icon
all

Udinese bestia nera del Milan. A San Siro è 1-1 (Getty)

Il tecnico del Milan non è preoccupato per il suo futuro nonostante il pari interno contro l'Udinese: "Lo so anche io che si poteva far meglio, ma il calcio non è fatto di se e di ma". E sull'infortunio di Pato: "Speriamo non sia niente di grave". FOTO

Voglia di Serie A? Rivivi le prime giornate sfogliando l'Album

"Io credo che abbiamo fatto una buona partita e abbiamo meritato questo punto. Abbiamo perso Pato ed El Shaarawy ha fatto molto bene". Il tecnico del Milan, Massimiliano Allegri è felice del pari raggiunto contro l'Udinese, ma ammette a proposito dei due punti rossoneri in tutto: "Certo, guardare questa classifica così non fa piacere...". E a chi gli chiede se perdendo ancora non rischi un destino analogo all'interista Gasperini, esonerato, replica con un dribbling: "Assurdo fare questi discorsi: lo so anche io che si poteva far meglio, ma il calcio non è fatto di se e di ma. Io comunque dormo tranquillo", dice prima di salutare dagli studi di Sky.

"In questo momento abbiamo 12 infortunati, e pochi attaccanti - ha aggiunto Allegri - Questa sera era importante non  perdere, ora non bisogna guardare la classifica. Però il risultato di questa sera è servito a ricompattare la squadra, abbiamo preso il primo gol per un infortunio, non meritavamo lo svantaggio, però a quel punto si rischiava di perdere. In questo momento va bene così. Sono molto contento - aggiunge Allegri - di quanto fatto dai ragazzi". Le condizioni di Pato? "speriamo - confida l'allenatore rossonero - non sia niente di grave".

Milan bloccato dall'Udinese. Intervieni nel forum rossonero