Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 ottobre 2011

Querele, attacchi e reazioni: fuoco argentino su Maradona

print-icon
mar

Diego Armando Maradona. A Dubai zoppica con il suo Al Wasl, in Argentina lo criticano e lo denunciano

Giorni difficili per Diego, oggi allenatore dell'Al Wasl di Dubai. L'ex ct albiceleste Sergio Batista lo ha denunciato per "reiterate ingiurie", mentre l'amico ed ex collaboratore Alejandro Mancuso accusa : "La droga gli ha causato problemi alla memoria"

FOTO - Graffiti a San Siro: riecco Baggio, Maradona e Dinho - "Il calcio non è ingegno". Ma come: Maradona e Messi non sarebbero geni? - Diego d'Arabia non incanta. Il suo Al Wasl sconfitto 4-3 - L'Album Maradona: la parabola del pibe de oro - La fotosequenza del gol del secolo

Doppio schiaffo per Diego Armando Maradona, attuale allenatore dell'Al Wasl di Dubai. Il primo attacco al Pibe de Oro arriva dall’ex tecnico della nazionale argentina, Sergio Batista, che lo ha querelato "per reiterate ingiurie diffamatorie". Il secondo, invece, gliel’ha riservato Alejandro Mancuso, suo ex amico ed ex collaboratore durante i mondiali in Sudafrica, che, in un’intervista radiofonica ha assicurato che "Diego dice sempre che la droga gli ha creato problemi per tutto, meno che nella memoria. Per me, è invece dove più lo ha colpito".

Nel primo caso, Batista ha presentato una denuncia presso un tribunale di Buenos Aires come risposta alle recenti accuse di Maradona, secondo il quale l'ex ct avrebbe chiesto delle mazzette per inserire giocatori nel giro della nazionale albiceleste.

Diversa la natura della controversia con Mancuso. Che, fanno sapere dall’Argentina, ha reagito ad un attacco di Diego che lo aveva accusato di aver sfruttato la sua fama e il suo nome per intascare 200.000 dollari da un sito web cinese. Secondo Maradona, il suo ex collaboratore avrebbe anche falsificato la sua firma pur di intascare il denaro.