Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 ottobre 2011

La guerra in Libia non spaventa Gentile: "Sono il nuovo ct"

print-icon
spo

Claudio Gentile, campione del mondo nel 1982, è il nuovo ct della Libia (Foto archivio Getty)

Nato a Tripoli, poi diventato campione del mondo nel 1982 con l'Italia, l'ex difensore ha ufficializzato in un'intervista la sua nuova avventura da commissario tecnico: "Scelta affettiva. La rivoluzione? I libici non l'hanno fatta per tornare indietro"

DA TG24 - tutti gli aggiornamenti sulla guerra in Libia

FOTOda Gentile al "macellaio di Bilbao": chi ha fermato Maradona

Claudio Gentile,
campione del mondo nel 1982 ed ex ct dell'Under 21, allenerà la nazionale della Libia. In un'intervista esclusiva al settimanale Oggi, l'ex campione azzurro racconta "Ho accettato la panchina della Libia per motivi affettivi: sono nato a Tripoli ma quando avevo otto anni la mia famiglia fu costretta a tornare in Italia".

Con i genitori, ricorda, c'erano anche alcuni zii: "Avevano l'unico concessionaria d'auto di Tripoli. Gheddafi, all'epoca un soldato, gli portava l'auto da riparare". Gentile dice di prevedere un grande futuro per la Libia: "Porterò con me i miei figli: la Libia pacificata sarà un posto pieno di opportunità di lavoro per molti italiani. E porterò anche i miei anziani genitori, che da sempre sognano di rivedere i luoghi in cui è nata la nostra famiglia". E l'eroe di Spagna '82 assicura di non temere la deriva islamica da molti adombrata: "I libici non hanno fatto la rivoluzione per tornare indietro".

Guarda anche:
Da calciatore a trafficante: arrestato ex della Stella Rossa
Calcio truccato? La Fifa propone il condono per i "pentiti"

Commenta la notizia nel Forum del calcio internazionale