10 gennaio 2012

Hernanes, perla scaccia-streghe. Lazio ai quarti di Tim Cup

print-icon
laz

La Lazio esulta per la qualificazione ai quarti di Coppa Italia

Il brasiliano trasforma al 90' una magistrale punizione che permette alla squadra di Reja di battere 3-2 il Verona che aveva rimontato dallo 0-2. I biancocelesti riscattano l'opaca prova in campionato e affronteranno la vincente di Milan-Novara

DOSSIER - Errori ed orrori arbitrali in Serie A

APPROFONDIMENTI - Lo Speciale Calciomercato - Arrivi e partenze: il tabellone del calciomercato

L'INIZIATIVA SU TWITTER: #sefossipresidente: il mercato dei tifosi è su Twitter

LAZIO-VERONA 3-2
44' Dias (L), 57' Rocchi (L), 61' Berrettoni (V), 74' D'Alessandro (V), 91' Hernanes(L)

La crisi era sul punto di esplodere, i supplementari lì lì per essere giocati con un match in bilico e la reputazione della Lazio in caduta libera. Poi è spuntato Hernanes, da tempo assente nel tabellino dei marcatori biancocelesti, ma pronto a trasformare in realtà una magia confezionata su calcio di punizione in uno degli ultimi assalti dei padroni di casa. Il Verona ha visto infranto il sogno di un potenziale colpaccio proprio quando l'inerzia del match sembrava essere tutta dalla sua parte.

Non a caso, però, la differenza di categoria la fanno i campioni ed Hernanes ha risposto come tale alla bella rimonta scaligera firmata Berrettoni (ex di turno) e D'Alessandro. E sì perché la Lazio sembrava dover fare un sol boccone del Verona nonostante un primo tempo giocato sottoritmo. Il gol di Dias allo scadere della prima frazione e la replica di Rocchi (103° gol in biancoceleste) a inizio ripresa sembravano aver indirizzato il match in un senso unico senza possibilità di inversione.

E invece il Verona di Mandorlini, caparbio, non ha mai gettato la spugna trovando due reti grazie anche alla collaborazione di una rilassata difesa biancoceleste. Ma quando tutti, compresi i tifosi, dapprima zelanti, poi incupiti dalla rimonta veronese, si aspettavano la coda degli extratime, è arrivata la zampata di Hernanes e una vittoria che restituisce un po' di serenità, ma che non cancella definitivamente la brutta figura di Siena nella scorsa giornata di campionato. Se ai quarti la Lazio troverà la vincente di Milan-Novara, la prova del superamento della crisi è attesa a breve: domenica all'Olimpico sarà di scena l'Atalanta.