Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 gennaio 2012

Balotelli gela il Tottenham, lo United vince. Messi, è show

print-icon
bal

Mario Balotelli segna il rigore decisivo per il Manchester City (Getty)

SuperMario segna un calcio di rigore al 95' e regala la vittoria al City nel 3-2 agli "Spurs". L'attaccante ha rischiato il rosso per un fallo su Parker. I Red Devils battono l'Arsenal. In Bundes cinquina del Dortmund. Vittorie di Barça e Real nella Liga

STATISTICHE: La stagione 2011-2012 della Premier League - La stagione 2011-2012 della Bundesliga - La stagione 2011-2012 della Liga

Premier League - E' ancora Mario Balotelli l'eroe del Manchester City, a cui regala la vittoria sul Tottenham per 3-2 segnando su rigore al 95'. Il penalty era stato concesso per un fallo di King sullo stesso Balotelli, che all'80', incorreggibile, aveva rischiato l'espulsione per un brutto intervento con il piede sulla testa di Parker, non visto bene dall'arbitro Webb a tal punto da suscitare le vibrate proteste di Redknapp: "Lo ha colpito di proposito". 'Supermario' era entrato un quarto d'ora prima, al 65', al posto di Dzeko. La partita sembrava in discesa per il City dopo che la squadra di Mancini si era portata in vantaggio per 2-0 grazie al bel gol di Nasri al 56' ed al quasi immediato raddoppio, al 59', di Lescott che segnava dopo aver ricevuto l'assist di testa da Dzeko, dopo un corner di Nasri. Il Tottenham aveva però immediatamente reagito, al 60', con la rete del 2-1 di Defoe, agevolato dal mancato intervento di Savic sul cross di Kaboul. Al 65' splendida azione di Bale, lanciato da Modric, e gol del 2-2. Ancora emozioni fino al recupero, e thrilling finale prima con una grossa occasione sprecata da Defoe e poi con l'azione conclusa dal rigore vincente di Balotelli, al nono gol in Premier League. Immediata la risposta dello United che vince 2-1 in casa dell'Arsenal. Manchester in vantaggio al 45' con Valencia; la risposta dei gunners al 26' della ripresa con Van Persie, al 36' il gol vittoria dello United grazie a Welbeck. Lo United è secondo in classifica a tre punti dal City.

Bundesliga - Il Borussia Dortmund, campione in carica della Bundesliga, torna in vetta alla classifica. Nonostante l'assenza della loro stella Mario Goetze, fermato da un problema agli adduttori, i gialloneri hanno travolto l'Amburgo per 5-1 dando un'impressionante dimostrazione di potenza. Con i tre punti conquistati nel posticipo di oggi il Borussia raggiunge in vetta, a quota 37 punti, il Bayern Monaco e lo Schalke 04. Quarto, con una lunghezza di distacco, è il Borussia Moenchengladbach, che secondo quanto si scrive in Germania nella settimana entrante dovrebbe cedere il suo brasiliano Dante alla Fiorentina.

Il club di Dortmund è andato in vantaggio al 16' con Grosskreutz, poi ci sono state le doppiette dei polacchi Robert Lewandowski (37', 83') e Jakub Blaszczykowski (58' e 76' su rigore). Con la doppietta odierna Lewandowski sale a 14 reti nella classifica marcatori, in cui è al terzo posto dietro Mario Gomez del Bayern Monaco, primo con 16, ed all'olandese  Klaas-Jan Huntelaar (15). Per l'Amburgo ha salvato l'onore Paulo Guerrero a quattro minuti dalla fine. Per la squadra anseatica è la prima sconfitta da quando sulla sua panchina c'è Thorsten Fink.

Liga - E' ancora Messi show. In una delle partite di oggi valide per la prima giornata della 'Liga', quella a suo tempo saltata per lo sciopero, il Pallone d'Oro segna una tripletta, arrivando a quota 22 gol in questo campionato, ed il Barcellona vince per 4-1 sul campo del Malaga dei vari Demichelis, Maresca e Van Nistelrooy. Il fenomenale argentino segna il primo gol del Barça al 32' con uno stacco di testa, su cross di Adriano, degno di un bomber di ben altra stazza. Il primo tempo finisce 0-1, poi nella ripresa il Barcellona, privo di Xavi, Puyol e Fabregas a cui Guardiola ha dato un turno di riposo in vista del ritorno della sfida di Coppa con il Real, colpisce ancora segnando due reti in tre minuti, con Alexis Sanchez e Messi. Bellissima la rete del 4-1 segnata all'81' sempre dalla Pulce a velocità doppia, con un allungo con cui, dal centrocampo, semina gli avversari prima di presentarsi davanti a Caballero e di batterlo con un tocco dei suoi. Nel finale gol della 'bandiera' per il Malaga, con il venezuelano Rondon. Con questa vittoria il Barcellona va a 44 punti.

Al 4-1 del Barcellona sul campo del Malaga, il Real Madrid replica vincendo con identico punteggio al Bernabeu contro l'Athletic Bilbao. Mourinho vince quindi alla grande la sfida contro il collega Marcelo Bielsa, ex ct dell'Argentina. Con questo successo il Real va a 49 punti e ha di nuovo cinque lunghezze di vantaggio sul Barcellona. Per la squadra 'merengue', inizialmente sotto per il gol dei baschi realizzato dal solito LLorente, hanno segnato Marcelo, Callejon e due volte Cristiano Ronaldo su rigore. Così il portoghese è di nuovo in vetta alla classifica del 'Pichichi', con 23 reti, una in più di Messi, oggi autore di una tripletta.