Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 gennaio 2012

Clasico, Mou insulta l'arbitro nel garage del Nou Camp

print-icon
mou

L'espressione eloquente di Mou dopo l'eliminazione dalla Coppa del Re: aspetta l'arbitro nei parcheggi (foto da Mundo Deportivo)

Il giorno dopo l'eliminazione dalla Coppa del Re, anche il portiere del Real Madrid conferma le accuse all'arbitro Teixeira, colpevole di aver favorito i blaugrana. Che perdono però due fuoriclasse come Iniesta (3 settimane di stop) e Sanchez

STATISTICHE: La stagione 2011-2012 della Liga

FOTO: "Pepe è un idiota". Rooney scalda il 'clasico' su Twitter

NEWS:
Miracoli di Coppa, il Mirandés dei dilettanti in semifinale

Incorreggibile José Mourinho (che oggi fra l'altro compie 49 anni): c'è un dopo partita polemico - ancor più delle parole di fuoco pronunciate dal tecnico portoghese del Real - che riaccenderà il Clasico di nuovi veleni. Perché, secondo quanto scoperto dal Mundo Deportivo, Mou ha atteso nel garage del Camp Nou l'arbitro della sfida col Barcellona, questa notte, e lo ha insultato.

Non è proprio piaciuto, a Mourinho, l'arbitraggio del Clasico di Coppa del Re, tanto che dopo la partita e le interviste, in abiti civili si è diretto verso l'area dove era parcheggiata l'auto dell'arbitro dell'incontro Fernando Teixeira Vitienes per manifestargli la propria rabbia. La scena è avvenuta dopo la mezzanotte ed è stata riportata dall'edizione on line di Mundo deportivo che ha pubblicato anche la foto del tecnico portoghese appoggiato alla macchina dell'arbitro. Mourinho ha atteso Teixeira ed i suoi collaboratori ritenuti dal portoghese responsabili dell'eliminazione del Real Madrid. "Vai artista - ha detto Mourinho al direttore di gara. secondo il giornale spagnolo -. Como te gusta joder a los profesionales, quanto ti piace fregare i professionisti...".

Ma anche il portiere del Real si è dato da fare. "Se ho detto a Teixeira che poteva andare a festeggiare col Barcellona? Sì, lo confermo, ma sono cose che si dicono a caldo, nei momenti di tensione, non bisogna dargli troppa importanza. La partita comunque l'ha vista tutto il mondo, avremmo meritato di più".

In un'intervista pubblicata sul sito del quotidiano sportivo As all'indomani del Clasico di Coppa del Re, il portiere del Real Madrid conferma le accuse all'arbitro Teixeira, colpevole secondo il numero 1 merengue di aver favorito il Barcellona nel corso della partita giocata al Camp Nou e terminata col passaggio del turno in semifinale dei blaugrana.

"Tutto lo spogliatoio è orgoglioso per quello che ha fatto la squadra in campo - le parole di Casillas dopo il 2-2 in rimonta che però non è servito per eliminare il Barcellona -. Abbiamo giocato a calcio e avremmo meritato di più. E' stato un peccato non concretizzare le tante occasioni da gol create. Siamo un po' tristi, ma orgogliosi dell'immagine che abbiamo dato sul campo. Si diceva che il Barça era un gradino sopra di noi, invece si e' visto che siamo alla pari".

Polemiche come sempre nel dopo Clasico, insomma. Di senso opposto i titoli della stampa vicina al Real e di quella catalana. "Il Madrid è andato all'attacco ed è stato migliore del Barça" sostiene As, e Marca afferma che il Real ha messo "Ko un irriconoscibile Barça". A Barcellona, Sport ribalta il titolo e parla di un "Ko al Madrid", eliminato nei quarti dalla Coppa che aveva vinto la stagione scorsa, mentre Mundo Deportivo dice che "Neanche il migliore Madrid ha potuto vincere al Camp Nou".

Non è chiaro per ora che impatto la partita di Barcellona avrà sulla delicata situazione di Mourinho, contestato negli ultimi giorni da stampa e tifosi. Il Real èeliminato dalla Coppa, ma dopo una partita brillante, d'attacco, rimane primo in Liga e in corsa in Champions. La resa dei conti sembra rinviata. "Il Madrid è eliminato, ma il madridismo è soddisfatto" sintetizza ancora As, che nei giorni scorsi aveva invitato Mou a andarsene.

Il Barcellona passa il turno ma perde due importanti giocatori. Andres Iniesta ed Alexis Sanchez si sono infatti infortunati nella gara di ieri sera. Per l'attaccante cileno si tratta di un problema alla "clavicola sinistra" e per questo resterà fermo per "una o due settimane", ha reso noto il club  blaugrana.

Sanchez è stato sostituito all'81' dall'argentino Javier Mascherano. Iniesta, invece, soffre di "una piccola lesione al  bicipite femorale della gamba sinistra". Iniesta è stato sostituito al 28' da Pedro, autore del primo gol del Barcellona. A causa di una nuova lesione al bicipite femorale della gamba sinistra starà fuori dai campi per tre settimane. E' il terzo problema di questo tipo che soffre il giocatore in questa stagione.