28 gennaio 2012

La neve non ferma la Juve. Doppio Matri, Udinese congelata

print-icon
mat

Matri e Marchisio festeggiano la rete del 2-1 (Getty Images)

Sotto una fitta nevicata, su un terreno di gioco che ha tenuto perfettamente, la squadra di Conte vince 2-1. In vantaggio sul finire di primo tempo, Floro Flores trova il pareggio all'11' della ripresa, ma dopo 6' arriva il sigillo di Matri. Milan a -4

DOSSIER - Errori ed orrori arbitrali in Serie A

LE FOTO - Del Piero-Totti, abbraccio tra leggende

APPROFONDIMENTI - Lo Speciale Calciomercato - Arrivi e partenze: il tabellone del calciomercato

LE PAGELLE


JUVENTUS-UDINESE 2-1

42' Matri (J), 56' Floro Flores (U), 62' Matri (J)

Guarda la cronaca dei match


Prima la neve, poi Matri. La Juve continua a correre, senza farsi congelare dal freddo, né tantomeno dall'Udinese. Che esce dallo Juventus Stadium con la consapevolezza di non essere una grande solo per la rosa troppo ristretta, saccheggiata anche dalla Coppa d'Africa. La squadra di Conte rafforza il proprio primato, salendo a +4 sul Milan.

La neve come cornice, dunque. Cornice per una volta romantica e non fastidiosa. Merito di uno stadio e di un terreno di gioco che hanno saputo rispondere alla grande, o quasi, alle bizze del maltempo. I teloni e il riscaldamento hanno permesso di giocare su un campo perfettamente agibile. L'unico intoppo si era presentato prima del fischio d'inizio: il sistema meccanico che riavvolgeva i teloni si era inceppato, rischiando di far slittare il fischio d'inizio.

Ma più che per i fiocchi che hanno imbiancato Torino, i tifosi bianconeri sono entusiasti per come la Juve ha saputo, ancora una volta, dare una dimostrazione di forza e di testa da vera prima della classe. Innanzitutto a partire dal trasformismo di Conte che ha plasmato la sua Juve a immagine e somiglianza dell'Udinese: un 3-5-2 senza Marchisio, con Lichtsteiner e Estigarribia sugli esterni e con Giaccherini interno di centrocampo. Un modulo che ha garantito un'autentica battaglia a tutto campo: la velocità di Armero e Basta è stata limitata.

La partita è stata a tratti spettacolare e resa bellissima dalle parate dei due super portieri che si sono incontrati. Da una parte Buffon è volato due volte a disinnescare i tiri di Abdi e di Armero. Dall'altra Handanovic ha dimostrato di essere già a livelli mondiali, con autentici prodigi in uscita bassa su Estigarribia e Matri. Proprio l'attaccante della Juventus sembrava finito nel solito tunnel dei gol facili sbagliati. E invece.

E invece sono arrivati due gol da attaccante vero, il primo di rapina e il secondo dopo aver lavorato splendidamente un pallone servitogli dal neo entrato Marchisio. In mezzo ai due gol di Matri, dieci minuti di autentico show dell'Udinese, con tre contropiedi micidiali, dei quali solo quello di Floro Flores finalizzato al meglio.

Poi tanta Juve, che ha tenuto il ritmo volutamente alto, dando battaglia e respingendo i tentativi di assalto dell'Udinese anche grazie ad una difesa condotta magistralmente da Barzagli. Con questa importantissima vittoria sono ora 4 i punti di vantaggio sul Milan, che ospiterà il Cagliari.

Che giornata sarà la 20.a? Fai i tuoi pronostici nel Forum del calcio Italiano