04 febbraio 2012

Lazio, odissea verso Genova. Reja: ci hanno negato il rinvio

print-icon
edy

La neve caduta su Roma ha complicato il viaggio della Lazio alla volta di Genova. Per il tecnico Reja è stato negato il rinvio del match ai biancocelesti

Il tecnico racconta il viaggio della squadra da Roma, colpita dal maltempo, verso la Liguria: "La società si è prodigata per recuperare i giocatori bloccati a casa dalla neve. Poi due ore e mezzo di ritardo dell'aereo. Le partite non si preparano così"

DOSSIER - Errori ed orrori arbitrali in Serie A

FOTO: quando il calcio si arrende alla neve - Milan-Napoli, l'album di una grande sfida - Napoli, una passione tutta azzurra

APPROFONDIMENTI - Lo Speciale Calciomercato - Arrivi e partenze: il tabellone del calciomercato

Arriva il gelo: neve e freddo siberiano

La Lazio si è allenata a Genova nel pomeriggio di sabato presso il centro sportivo Sciorba dopo essere riuscita a partire da Fiumicino, dove la squadra ha pranzato prima di imbarcarsi per il volo intorno alle 15,30. I giocatori si sono radunati in mattinata a Formello tra mille difficoltà: la società si è prodigata per recuperare alcuni giocatori bloccati a casa dalla neve. "Noi che veniamo da Roma abbiamo vissuto tutti i disagi - ha spiegato in conferenza Reja -, come andare a prendere uno per uno i giocatori che non riuscivano a raggiungere Formello, a questo si sono aggiunte le due ore e mezzo di ritardo dell'aereo. Qualcosina oggi siamo riusciti a fare, ma certo questo non è il modo di preparare le partite. Bisogna anche tenere in considerazione eventic atmosferici eccezionali, tanto che noi abbiamo chiesto il rinvio sia ieri sera che stamattina, ma ci è stato negato. E' da due giorni che non ci alleniamo, oltretutto il caso vuole che il Genoa non abbia neanche giocato mercoledì scorso".

Il tecnico goriziano punta tutto sull'entusiasmo derivante dalla sonante vittoria contro il Milan di mercoledì: "Mi auguro che la mia squadra sia in buone condizioni dal punto di vista fisico e mentale, perché i rossoblù in casa giocano ad altissima intensità. Vengono dalla vittoria sul Napoli, ma noi da quella sul Milan, che ci ha dato grande consapevolezza ed entusiasmo. Sculli? E' un simpatico traditore, a noi ci ha dato veramente una grossa mano ed ha fatto bene, mi dispiace sia andato via, ma è ritornato nella sua Genova".

Guarda anche
:

Le previsioni del tempo

Maltempo in Italia: tutte le foto

Gelo in Europa, decine di vittime nell'est