Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 febbraio 2012

Coppa d'Africa, Mali e Ghana volano in semifinale

print-icon
cop

Il Mali si è qualificato per le semifinali della Coppa d'Africa di calcio dopo aver eliminato ai rigori (5-4) il Gabon (Foto Getty)

Dopo Zambia e Costa d'Avorio ecco le due altre semifinaliste. Il Mali ha sconfitto ai rigori il Gabon, dopo che al termine dei tempi regolamentari e dei supplementari il risultato era sull'1-1. Il Ghana ha battuto la Tunisia per 2-1 ai supplementari

FOTO: Piccoli Eto’o crescono: la new generation di mamma Africa - Dalla Libia al Sudan: ecco la Coppa della nuova Africa - Coppa d'Africa, non solo Drogba. Ecco tutte le stelle - Un pallone dell'altro mondo. Calcio e sorrisi nel fango a Cape Town

Il Mali si è qualificato per le semifinali della Coppa d'Africa di calcio dopo aver eliminato ai rigori (5-4) il Gabon, uno dei due paesi organizzatori. Al termine dei tempi regolamentari e dei supplementari il risultato era sull'1-1. Mouloungui aveva aperto le marcature per il Gabon (10' della ripresa), ma Diabatè aveva pareggiato a sei minuti dal termine.
Mercoledì, in semifinale, il Mali affronterà la Costa d'Avorio, una delle favorite del torneo.

L'altra semifinalista sarà il Ghana che si è qualificato battendo ai supplementari la Tunisia per 2-1. Alla fine dei tempi regolamentari il risultato era di 1-1 grazie ai gol di Mensah (Ghana) e di Khelifa (Tunisia). La rete decisiva è stata di Dede Ayew. Il Ghana nella semifinale di mercoledì affronterà lo Zambia.

Le lacrime di Keita: "C'è bisogno di pace" - La sfida vinta dal Mali ai rigori contro il Gabon ha avuto un'emozionante 'appendice' nel dopo-partita. Infatti il centrocampista del Mali (e del Barcellona) Seydou Keita, autore del penalty che ha dato la qualificazione alla sua nazionale, è scoppiato in lacrime nel corso della conferenza stampa del post-match, e ha lanciato un appello per la fine della guerra nel suo paese. Gli scontri tra forze governative e ribelli separatisti infuriano da giorni nella regione del Timbuktu, e solo nelle ultime 48 ore ci sono stati più di 20 morti. I separatisti vogliono la creazione di uno stato indipendente nel nord del paese. "Faccio appello alla gente del mio paese - ha detto Keita in lacrime - affinchè la guerra cessi. Ciò che sta accadendo non è normale, e dico a tutti di non andare oltre. C'è bisogno di pace, siamo tutti maliani".

Commenta nel forum del calcio internazionale