Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 febbraio 2012

Maradona: "Italia ti amo, ma smetti di perseguitarmi"

print-icon
spo

Maradona sogna di tornare in Italia, ma si sente perseguitato dal Fisco... (Foto Getty)

L'ex Pibe de Oro si sente braccato dal Fisco e chiede un "atto di coraggio da parte della politica italiana" per poi pensare di tornare e magari allenare in A. Napoli sempre nel cuore: "Intanto c'è l'Al Wasl e ho voglia di farlo conoscere"

FOTO - Facce di bronzo: quando i calciatori diventano statue - Djokovic e Maradona: quando la "Mano de Dios" gioca in doppio...

"Italia ti amo ma smetti di perseguitarmi". E' questo lo sfogo di Diego Armando Maradona in una intervista al Corriere dello Sport. L'ex 'pibe de oro' sogna di tornare a Napoli per fare l'allenatore ma per farlo deve prima risolvere i suoi problemi col Fisco, visto che deve ben 40 milioni. "Ogni volta che torno - afferma - provo una sensazione orrenda. Il Fisco mi fa sentire un traditore. Io con quel debito non c'entro niente. Qualche dirigente del Napoli fece il furbo. Io sono la vittima non il colpevole. E invece in Italia sono diventato il simbolo dell'evasione fiscale. E' un'ingiustizia. Vorrei rituffarmi nel calcio italiano e guidare il Napoli sarebbe un sogno. Ma serve un atto di coraggio da parte della politica italiana per farmi tornare. Il futuro? Intanto c'è l'Al Wasl. La voglia di farlo conoscere. Poi, perché no? Se fossi chiamato alla guida della Nazionale... Ma è presto per parlarne".

Guarda anche:
Idea del fisco: orecchini di Maradona: in vendita su e-bay
Il fisco alleggerisce Maradona: pignorati orecchini da 4000€

Commenta l'articolo nel Forum del calcio internazionale