Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 febbraio 2012

L'Anzhi ha scelto: niente Capello, arriva Guus Hiddink

print-icon
guu

Guus Hiddink torna ad allenare dopo la poco felice esperienza con la Turchia (Getty Images)

Con un contratto da 10 milioni a stagione, il miliardario Kerimov ha messo sotto contratto l'olandese: avrà super poteri e ricoprirà anche l'incarico di vice-presidente. Verrà stanziato un mega-budget per il calciomercato. Capello resta libero

FOTO - Sir Fabio e l'Inghilterra, fotostoria di un amore mai nato - Così la stampa inglese ha "salutato" Capello - Dimissioni Capello, saluti veri e falsi d'autore: parola a Twitter

Fabio Capello non sarà l'allenatore dell'Anzhi. E Guus Hiddink non subentrerà ad André Villas Boas nel caso in cui il tecnico del Chelsea dovesse essere esonerato. L'Anzhi ha infatti ufficializzato l'ingaggio di Hiddink: per diciotto mesi sarà allenatore, ma la durata del contratto è di sei anni. L'olandese diventerà infatti vice presidente operativo del club. La firma è arrivata a Belek, in Turchia, dove la squadra del Daghestan si sta allenando durante la pausa del campionato russo.

La notizia era circolata già in mattinata, diffusa dal sito inglese Goal.com. Le cifre, sono, ovviamente, faraoniche: 10 milioni di euro. Netti, all'anno. Ancora una volta, quindi, il proprietario dell'Anzhi Suleyman Kerimov è riuscito a far valere il peso dei suoi miliardi. Dopo l'esonero nelle scorse settimane del tecnico Yury Krasnozhan, la stampa aveva fatto il nome di Fabio Capello come suo sostituto: una trattativa forse mai imbastita ufficialmente.

La scelta, non di certo un ripiego, è quindi caduta su Guus Hiddink, 65 anni, olandese, che ha da poco concluso la sua esperienza da ct della Turchia, con cui ha fallito la quaificazione a Euro 2012. Hiddink, come riferiscono i media olandesi, avrà un ruolo alla Alex Ferguson, di gestione totale del club. Per la parte di campo, verrà supportato da Ton Du Chatinier e da Zeljko Petrovic. All'Anzhi ritroverà, oltre a Zhirkov, Roberto Carlos, suo giocatore ai tempi del Real Madrid.

A Hiddinik, che ha allenato la nazionale russa per quattro anni, è stato garantito un budget di mercato stellare. È stata la condizione necessaria grazie alla quale il tecnico olandese ha accettato: l'Anzhi partirà all'assalto di tutti i migliori giocatori acquistabili.