Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 marzo 2012

Partita da record in Sudafrica: il Sundowns FC ne segna 24

print-icon
par

Il sito ufficiale dei Mamelodi Sundowns celebra la vittoria da record

E' accaduto nel primo turno della NedBank Cup, coppa di lega sudafricana che si disputa sul modello della FA Cup inglese. La squadra allenata dall'olandese Neeskens ha sommerso di reti i malcapitati Powerlines, ma i record assoluti sono altri... IL VIDEO

C'era una volta il calcio totale dell'Arancia Meccanica di Cruijff&co. E c'è ancora. A sorpresa, si gioca in Sudafrica, dove Johan Neeskens e i suoi Mamelodi Sundowns hanno rifilato un sonoro 24-0 ai malcapitati dilettanti del Powerlines FC durante un match di Nedbank Cup, l'equivalente della FA Cup inglese dove club di Premier affrontano nei primi turni squadre di categorie inferiori. Cose dell'altro mondo, come il famoso 31-0 tra Australia e Samoa Americane nelle qualificazioni ai Mondiali del 2002. O di un'altra epoca, come il 36-0 tra Arbroath e Bon Accord, coppa di lega scozzese del 1885.

Ironia a parte, e al di là della simpatia che l'evento ha suscitato sui social network, la partita ha fatto registrare il record di gol messi a segno in un match di calcio africano. Gol quasi equamente divisi tra i giocatori del Mamelodi Sundowns, se il "top scorer" Hlompho Kekana si è fermato a 7 reti, due in meno del record in una singola partita (Hendrick Hardley dei Golden Arrows, nel 1977). Certo, il 149-0 tra AS Adema e Stade Olympique l'Emyrne Antananarivo del 2002 in Madagascar resta irraggiungibile, ma il record è compromesso dal comportamento degli ospiti, che si rifiutarono di giocare la partita in segno di protesta verso alcune decisioni arbitrali sfavorevoli segnando 149 autogol.

L'antieroe della partita diventa l'eroe dei media: il portiere dei Powerlines, il diciottenne Thabang Louw, dice di aver dormito bene la notte successiva alla partita, critica la tattica ("il 4-5-1 non ha funzionato") ma difende i compagni ("alcuni non erano abituati a grandi palcoscenici e hanno accusato la tensione") e sogna un giorno la Premier sudafricana ("vorrei giocare nei Kaizer Chiefs, con Tshabalala"). Nel frattempo entra nel libro dei record e si candida ad essere uno dei più cliccati su youtube, ma non certo per le sue parate.


IL VIDEO