Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 marzo 2012

Egitto, il calcio si ferma per la strage di Port Said

print-icon
cal

E' la quinta volta che la serie A egiziana viene cancellata

La stagione del massimo campionato egiziano di calcio è stata definitivamente cancellata. Dal 29 marzo si giocherà un torneo amichevole i cui proventi saranno devoluti alle famiglie delle vittime della tragedia

FOTO - tifo violento, l'altra faccia (sporca) del pallone - calcio violento in Egitto, era già successo ad aprile 2011

La stagione 2011/2012 del massimo campionato egiziano di calcio è stata definitivamente cancellata. Lo ha reso noto la Efa, la Federcalcio locale, dopo i tragici scontri nello stadio di Port Said dello scorso 1° febbraio in cui hanno perso la vita 74 persone. I gravi disordini erano scoppiati dopo la sfida fra l'Al Masry e l'Al Ahly.

La serie A egiziana era stata immediatamente sospesa e oggi definitivamente cancellata, anche per ragioni legate a problemi di calendario in vista degli impegni delle nazionali nel torneo di qualificazione per la coppa d'Africa e alle Olimpiadi di Londra. Al posto del campionato si giocherà un torneo amichevole i cui proventi saranno devoluti alle famiglie delle vittime della tragedia di Port Said. Il torneo avrà luogo dal 29 marzo al 18 maggio e non vi prenderà parte la squadra dell'Al Masry, esclusa anche dalla coppa d'Egitto. E' la quinta volta che la serie A egiziana viene cancellata (i precedenti nelle stagioni 1954/55, 1970/71, 1973/74 e 1989/90).