Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 aprile 2012

Euro 2012, Platini: "Prezzi da banditi degli hotel ucraini"

print-icon
pla

Michel Platini continua il suo tour nell'est del continente. Ieri, prima di arrivare in Ucraina, si è fermato a Bucarest per presentare la finale di Europa League

Non soltanto le celeberrime Femen a protestare contro gli Europei di giugno. Il presidente dell'Uefa lancia l'allarme da Leopoli: "Troppe speculazioni in vista della rassegna continentale. Le autorità devono vigilare, altrimenti non ci sarà pubblico"

FOTO: Kiev: sorteggio a doppiopetto dentro, proteste in topless fuori - Kiev e Varsavia, è tutto pronto: al via l'operazione Europeo

"Banditi e truffatori" stanno facendo esplodere i prezzi degli alberghi ucraini. Come di consueto, non usa giri di parole Michel Platini. Il presidente della Uefa è in visita a Leopoli per controllare la situazione, in vista dell'Europeo di calcio della prossima estate. E ha subito avuto una brutta sorpresa: "Non è possibile passare da 40 euro a 100, a 500, da un giorno all'altro", ha detto Platini, "Le autorità ucraine devono vigilare e trovare una soluzione in fretta: la Uefa non ha alcuna autorità in materia".

Il vice-primo ministro ucraino, Boris Kolesnikov, si è impegnato "a prendere le misure necessarie entro 30 giorni". Sul tema, Platini è stato duro: "Sarebbe stupido vedere tutti gli sforzi rovinati da chi cerca di speculare sulla manifestazione. Gli alberghi devono rispettare i contratti che hanno firmato".

Il rischio, per il francese, è un'Europeo con gli stadi semivuoti: "di questo passo la gente non arriverà e avremo fatto tanti investimenti inutilmente". Secondo le stime dell'Uefa, in Ucraina sono previsti circa 1,4 milioni di turisti stranieri per assistere alla manifestazione, in programma dall'8 giugno al primo luglio.