Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 giugno 2012

Prandelli già pronto: "Con la Croazia la partita decisiva"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Archiviato il pareggio con la Spagn a , il ct azzurro è certo che quella di giovedì sera sarà la sfida determinante per il successo nel girone. E poi dice del suo enfant prodige "Balotelli non pensi di risolvere sempre da solo la partita..."

"Con la Croazia sarà la partita decisiva del girone": parola di Cesare Prandelli, commissario tecnico dell'Italia, all'indomani del pareggio con la Spagna. "Ora la studieremo: la conosciamo bene, ma nell'ultima partita ha cambiato qualcosa".

Prandelli avvisa: "La Croazia è  una squadra più pericolosa della Spagna perché è più imprevedibile. Cambia gioco, anche da un tempo all'altro. E noi non abbiamo ancora risolto i nostri problemi".

"Le prime relazioni sulla nostra prossima avversaria confermano quel che pensavamo da tempo: la Croazia è una squadra vera", - ha detto Prandelli che ha aggiunto, rispondendo a una domada: "Di Natale al posto di Baloteli? Prima capiamo come affrontare la Croazia, e poi decidiamo".

Ma non è l'unica osservazione del ct riguardo all'attaccante del Mancester City. "Balotelli non pensi di risolvere sempre da solo la partita: è questo il messaggio che Cesare Prandelli rivolge a SuperMario. "È un ragazzo di 22 anni, probabilmente sta percorrendo una strada per trovare la maturità - ha detto il ct azzurro -. Quello che gli chiedo è di essere molto semplice, ogni volta che tocca palla non deve pensare di risolvere la partita da solo. Io gli chiedo solo di trovare la profondità".