Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 giugno 2012

Loew: "Quale politica, Germania-Grecia è solo calcio"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Il ct tedesco, che dovrà affrontare nei quarti la sorpresa di Euro 2012, svela: "Ho fatto un patto con la Merkel. Lei non mi dà indicazioni sulla formazione e io non parlo di questioni politiche. Italia e Spagna restano sempre tra le favorite" 

"La politica non c'entra nulla e deve restare fuori, per noi è un normale quarto di finale". Joachim Loew, ct della Germania, prova a riportare su un piano esclusivamente sportivo la sfida con la Grecia ad Euro 2012. Gli ellenici si sono qualificati a sorpresa dopo avere battuto la Russia nell'ultimo match del loro girone e ora sognano di dare un dispiacere  alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

"Per noi é un normale quarto di finale e lo guardiamo esclusivamente da un punto di pista sportivo", assicura Loew  escludendo che le questioni di politica economica possano avere un  peso sulle motivazioni della Germania. "Sapete che fra la Angela Merkel e me c'è un buon rapporto. Fra noi c'è un patto: lei non avrebbe interferito in questioni come tattica e formazione ed io in cambio non mi sarei intromesso in questioni di politica", spiega il ct, interrogato anche sulle altre possibili avversarie della Germania.

"Prima di tutto stiamo giocando contro la Grecia, quello che succederà dopo non è ancora chiaro", prova a dribblare la domanda Loew. La Germania potrebbe trovare l'Italia in semifinale ed in una ipotetica finale la Spagna. "L'Italia è sempre fra le favorite. E' una squadra che si è evoluta e che gioca un calcio molto più offensivo rispetto al 2010", dice lodando la nazionale di Cesare Prandelli, messa a paragone con quella di Marcello Lippi in Sudafrica. "Ma in realtà al momento non è una cosa che mi interessa", aggiunge.

E sulla Spagna, qualificatasi come prima nel girone dell'Italia senza brillare, Loew dice: "Non so dire se la Spagna è in cattive condizioni fisiche. E' una squadra di fuoriclasse e la Croazia ieri aveva nuove uomini dietro la linea della palla per distruggere il loro gioco e spezzare il ritmo", sottolinea alludendo alla sfida vinta per 1-0 dalle 'furie rosse'. "La Spagna può fare gol in qualsiasi momento, ha vinto il suo girone e per me rimane la favorita n.1 di questo europeo", sottolinea. La Germania, invece, secondo il ct deve ancora crescere in alcuni aspetti. "Abbiamo concesso troppo spazio alla Danimarca", dice tornando alla vittoria per 2-1 di domenica scorsa.

E a proposito dell'ultimo match, un procedimento disciplinare è stato aperto contro la Federcalcio tedesca per la cattiva condotta di alcuni suoi sostenitori durante l'incontro con la Danimarca. Lo ha reso noto la Uefa. L'organo disciplinare fa riferimento all'accensione di fumogeni, all'esposizione di "bandiere e simboli inappropriati" ed a inni altrettanto "inappropriati", senza specificare meglio. Il caso sarà esaminato sabato. La Federazione tedesca è già stata sanzionata con una multa di 10.000 per il lancio di oggetti da parte dei tifosi nell'incontro con il Portogallo.