Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 novembre 2012

Europa League: Palacio qualifica l'Inter, tris della Lazio

print-icon
pal

Rodrigo Palacio, autore di una doppietta contro il Partizan Belgrado

Una doppietta dell'argentino e la rete di Guarin regalano la 10.a vittoria consecutiva in trasferta e la qualificazione ai ragazzi di Stramaccioni: a Belgrado è 1-3. La squadra di Petkovic cancella la pessima prestazione di Catania in vista del derby

PARTIZAN-INTER 1-3
51' e 75' Palacio (I), 87' Guarin (I), 92' Tomic (P)

Guarda la cronaca del match


Inter da 10, con lode per Stramaccioni. I nerazzurri trovano il decimo successo in trasferta consecutivo con una doppietta di Palacio e i meriti dell'allenatore romano adesso iniziano ad avere un peso specifico notevole. Senza Samuel e Ranocchia, Stramaccioni concede fiducia a Silvestre, affiancandolo alla certezza Juan Jesus. Inter coperta, con il solo Livaja davanti. Il primo tempo è di marca bianconera, con Handanovic impegnato per l'ennesima volta a non far rimpiangere Julio Cesar. Missione compiuta, ormai definitivamente.

Nella ripresa entra Palacio, che regala profondità alla squadra ma soprattutto i due gol che qualificano l'Inter ai sedicesimi di Europa League con due turni di anticipo. Una perla di Cassano permette a Guarin di coronare una grandissima prestazione con il terzo gol. Tomic in pieno recupero segna il primo gol del Partizan in Europa League.


LAZIO-PANATHINAIKOS 3-0
22' e 40' Kozak, 58' Floccari

Guarda la cronaca del match


Archiviato il brutto ko in campionato, con il pesante crollo contro il Catania, la Lazio scende in campo in Europa per vincere e riconquistare la giusta dose di fiducia. E’ con questo spirito che i biancocelesti di Petkovic affrontano, per la quarta giornata di Europa League, il Panathinaikos. E non sbagliano. Anzi: tre gol, tre punti e il comando in classifica nel girone J con 8 punti.

All’andata, ad Atene, la Lazio non era andata oltre al pareggio, ma all’Olimpico la musica è diversa. Doppietta di Kozak, nel primo tempo, e poi Floccari al 13’ dopo la ripresa per chiudere i giochi.

Petkovic lascia a riposo i titolari in vista del derby contro la Roma e schiera le seconde linee in un inedito 4-3-1-2. In porta torna Marchetti, reduce da 20 giorni di stop, mentre in difesa l'allenatore bosniaco sceglie la coppia Cana-Ciani. A centrocampo il giovane nigeriano Onazi affianca i titolari Gonzalez e Ledesma, mentre il ripescato Zarate è schierato nel ruolo di trequartista dietro alla coppia offensiva formata da Floccari e Kozak. Solo a metà del secondo tempo entrano Klose e Hernanes. Petkovic non sbaglia, motiva i suoi che comandano il gioco e i greci non si vedono. Tripletta che riconsegna fiducia ai biancocelesti che, a quota 8 punti e primi in classifica, possono stare più tranquilli pensando alla qualificazione.