Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 novembre 2012

Scolari, obiettivi chiari: "Costretti a vincere il Mondiale"

print-icon
sco

Luis Felipe Scolari ha chiaro l'obiettivo del suo Brasile: vincere i Mondiali (Getty)

Il neo ct del Brasile non sceglie il basso profilo nel giorno della sua presentazione come nuovo allenatore della Seleçao: "Giocheremo il Mondiale in casa, al momento non siamo i favoriti ma vogliamo diventarlo. Sono felice e soddisfatto di questa scelta"

"Siamo obbligati a vincere il Mondiale. Saremo i padroni di casa, al momento non siamo i favoriti ma vogliamo diventarlo durante il torneo. Abbiamo vinto cinque titoli, non possiamo accontentarci di arrivare tra le prime 4". Di certo Luiz Felipe Scolari non ha scelto il basso profilo nel giorno della conferenza stampa di presentazione come nuovo ct del Brasile. Da oggi è ufficiale che "Felipao", già campione nel 2002 alla guida della Selecao, è il successore dell'esonerato Mano Menezes.

"Sono felice e molto soddisfatto di tornare a lavorare per il Brasile e di essere coinvolto in un grande progetto come quello del Mondiale 2014 - ha proseguito Scolari -, sono altrettanto contento di tornare e di avere al mio fianco persone di fiducia e che credono in me come Carlos Alberto Parreira. Il nostro obiettivo è di vincere il Mondiale del 2014". Scolari ha paragonato questo momento al 2001 quando diventò per la prima volta ct della Seleçao alla vigilia dei Mondiali nippocoreani del 2002, poi vinti proprio dai verdeoro.

"Nel 2002 non eravamo i favoriti, nessuno credeva in noi e si pensava che arrivare ai quarti o in semifinale sarebbe stato il massimo. Adesso le cose sono diverse perché siamo i padroni di casa e dobbiamo pensare a vincere il Mondiale".