Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
07 febbraio 2013

Messi-Barça, eterno amore. Accordo prolungato fino al 2018

print-icon
mes

E' arrivata l'ufficialità del contratto che lega la Pulce al Barcellona per le prossime 5 stagioni: vestirà la maglia blaugrana fino a 31 anni. Ritoccato anche l'ingaggio: 12 milioni all'anno più bonus legati al numero di presenze, ai gol e ai titoli

Messi-Barça, sarà per sempre. Il fenomeno argentino ha firmato oggi il prolungamento del contratto che lo legherà al Barcellona fino al 30 giugno 2018. Dopo Puyol e Xavi, questo pomeriggio è stato il suo turno, accompagnato dal padre negli uffici del club alla presenza del presidente Sandro Rosell, del vicepresidente dell'Area Sportiva, Josep Maria Bartomeu, e del direttore dell'Area Sportiva calcistica, Andoni Zubizarreta.

Leo Messi prolunga quindi il suo vincolo con la maglia del Barcellona di altre due stagioni, visto che il precedente accordo sarebbe scaduto il 30 giugno 2016. Il giocatore, che è arrivato nel club blaugrana quando aveva 13 anni e che ha debuttato con la prima squadra quando ne aveva 16, avrà 31 anni quando terminerà il suo nuovo contratto.

Messi con la firma del nuovo accordo con il Barcellona ha avuto ovviamente un adeguamento del suo contratto. Il club non ha reso note le cifre, ma secondo la stampa spagnola, Messi arriverà a guadagnare 12 milioni di euro a stagione più i bonus, due milioni di euro in più del precedente contratto. Con la cifra di base che potrebbe ovviamente aumentare grazie alle famose "variabili" che normalmente include il Barcellona nei suoi contratti.

Entrate straordinarie per la conquista di titoli, per numero di partite disputate, gol segnati o per il conseguimento di premi individuali come il Pallone d'Oro. Quindi tutte cose a portata di mano di uno come Messi. Si stima, infatti, che il numero 10 blaugrana potrebbe arrivare a guadagnare più di 16 milioni di euro a stagione, se giocasse molte partite, senza infortuni lunghi, e conquistando un paio di titoli importanti con il Barca.

In questo modo, Messi diverrebbe il secondo calciatore meglio pagato del mondo, solo dietro al camerunense Samuel Eto'o, a cui i russi dell'Anzhi pagano 20 milioni di euro a stagione. La 'piccola' sfumatura sta però nel fatto che a Messi rimangono tutte le entrate pubblicitarie o di altro tipo, cosa che non succede per esempio con Eto'o o con Cristiano Ronaldo al Real Madrid.
Secondo il report di 'France Football' dell'anno scorso, infatti, Messi domina la classifica mondiale dei redditi annuali nel calcio, con 33 milioni di euro, davanti all'inglese David Beckham e al portoghese Cristiano Ronaldo.