Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 marzo 2013

Verso Malta, è un'Italia tricolore ma... biancorossonera

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

In vista della gara di domani Cesare Prandelli ha intenzione di schierare solo giocatori di Juventus e Milan. Difesa mista, centrocampo a prevalenza bianconera con il riconfermato Giaccherini. Attacco milanista con El Shaarawy e Balotelli

di Marco Nosotti

Un'Italia biancorossonera quella che affronterà Malta domani. Prandelli infatti ha in mente un 4-3-1-2 iniziale con 6 giocatori juventini e 5 milanisti per andare a prendersi tre punti obbligati e mantenere saldo il primo posto nel gruppo di qualificazione al mondiale brasiliano. Un'Italia dei blocchi, dunque: dopo aver provato a lungo il 4-3-3 con Cerci esterno destro d'attacco, soluzione che potremmo anche vedere in corso d'opera, il Ct pensa di schierare da subito un 4-3-1-2 con Balotelli ed El Shaarawy e un centrocampo simile a quello visto a Ginevra. Non c'è De Rossi, squalificato, rientra Marchisio che farà la mezzala come Montolivo; Pirlo, inamovibile regista, lì davanti alla difesa. Conferma per Giaccherini, trequartista-interditore, pronto a recuperare palla e buttarsi dentro, come nel primo tempo dell'amichevole contro il Brasile.

Dopo tutti gli attestati di stima reciproca, ecco di nuovo insieme Mario e Stephan. Si erano divertiti molto, hanno detto, nel secondo tempo giocando nel tridente, ma questa volta Prandelli aggiusta il sistema di gioco: vuole due punte soltanto, ed è colpa del Faraone che gli ha dato carta bianca ("esterno, seconda punta oppure trequartista: in nazionale per Balo gioco ovunque").

In difesa si va verso la riconferma di De Sciglio a sinistra, con Bonucci e Barzagli centrali e con Abate che dovrebbe partire al posto di Maggio come terzino destro. Ecco, se così fosse contateli un po': 5 milanisti, 6 juventini, una nazionale bianco-rosso-nera con titolari presi solo dai due blocchi delle formazioni più in forma del momento. Un particolare che Prandelli aveva annunciato a inizio raduno: maggiore affiatamento e conoscenze sono un vantaggio. Una situazione che in passato si è avuta con il grande Torino che dava alla nazionale dieci titolari più Sentimenti IV in porta nel '47-'48, e con l'Italia dei Mondiali del '78: nove undicesimi bianconeri più Bellugi e Antognoni. Beh, due tra le più belle Nazionali del dopoguerra.

La formazione che affronterà Malta:


4-3-1-2: Buffon; Abate, Barzagli, Bonucci, De Sciglio, Montolivo, Pirlo, Marchisio, Giaccherini, El Shaarawy, Balotelli.