Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 maggio 2013

Mou, un 2013 da "zeru tituli". E il Real pensa all'esonero

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

"Special One" mai così male. La sconfitta nella finale di Coppa del Re e i pessimi rapporti dell'allenatore con lo spogliatoio tra i motivi che spingerebbero i dirigenti del club spagnolo a mettere fine alla relazione con il portoghese fin da subito

Il Real Madrid sta pensando di esonerare nei prossimi giorni il suo allenatore, il portoghese José Mourinho, secondo quanto scrive 'El Mundo'.
"Il Real Madrid non vuole che José Mourinho torni a sedersi sulla panchina della squadra in questa stagione": secondo il giornale la sconfitta nella finale della Coppa del Re contro l'Atletico Madrid, la mancanza di titoli di un certo valore nella stagione e l'enorme tensione esistente tra parte della squadra ed il proprio allenatore, sono i motivi che spingono i dirigenti del club spagnolo a mettere fine alla relazione con il portoghese sin da subito.

Secondo il periodico la dirigenza del Real Madrid si riunirà domani in una giunta direttiva per discutere esclusivamente della possibilità di licenziare Mourinho immediatamente. Il portoghese, che è arrivato nel 2010 al Real Madrid, ha vinto una Coppa del Re, una Liga ed una Supercoppa in tre stagioni sulla panchina delle merengues.

Secondo 'El Mundo', in caso di esonero immediato di Mou, Alberto Toril, allenatore della squadra B del club, sarebbe colui che sarà incaricato di guidare la squadra nelle due partite restanti della Liga spagnola, contro Real Sociedad e Osasuna. "Affinché l'addio sia senza contenziosi, la dirigenza dovrà però convincere il portoghese, la cui intenzione in questo momento è di continuare fino a fine stagione, a lasciare subito", scrive il giornale. "Questa differenza di posizioni dovrà risolversi affinché il viaggio di Mourinho a Madrid non si concluda con un'indennità milionaria per il tecnico".

L'intenzione del presidente del Real Madrid, Florentino Perez, è quella di mettere fine alle costanti tensioni nel club blanco di fronte alle elezioni presidenziali che si terranno quest'anno. Il direttivo blanco non ha nessun rivale al momento. Da molto tempo, ad ogni modo, si parla di un ritorno di Mourinho in Inghilterra, con il suo ex Chelsea pronto a riaccoglierlo.