Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 giugno 2013

E' sempre la stessa Spagna: Uruguay steso 2-1

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

La Roja non tradisce: Pedro e Soldado chiudono i conti già nel primo tempo. A 2' dal fischio finale Suarez cerca di riaprire la partita su punizione, ma ormai è troppo tardi. In ombra Cavani

SPAGNA-URUGUAY 2-1
20' Pedro (S), 32' Soldado (S), 43' Suarez (U)

Guarda la cronaca del match


Dominio totale della Spagna, padrona del campo a Recife contro l'Uruguay nella partita d'esordio del girone B. Le Furie rosse non deludono le attese, superando l'Uruguay 2-1 con una partita senza sbavature. Di Pedro al 20' (con la deviazione di Lugano) e Soldado al 32' i gol che mandano ko la formazione la Celeste. L'Uruguay segna al 43' della ripresa, a metterci la firma è Suarez su punizione. La squadra di Del Bosque si conferma candidataalla vittoria della Confederations Cup, mentre nell'Uruguay delude Cavani, richiesto dalle squadre di mezza Europa.

A fare la partita è la Spagna, in campo con il classico 4-3-3, che fa tantissimo possesso palla mentre l'Uruguay aspetta. Al 10' Fabregas colpisce il palo, 6' dopo Muslera in due tempi neutralizza una conclusione di Iniesta dal limite, finchè al 20' Pedro sblocca la partita. Cavani e compagni tentano la reazione, ma la Spagna ha il controllo del campo. Al 29' l'Uruguay va vicino al pareggio con il Matador, ma Casillas para. Al 32' arriva il raddoppio della Spagna, con il destro dal limite di Soldado. La ripresa è meno vibrante: la Spagna controlla, l'Uruguay si consola nel finale con la punizione di Suarez.