Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 settembre 2013

Abidal, veleno sul Barça: "Quando ero malato non mi pagava"

print-icon
eri

Eric Abidal ha giocato sei stagioni nel Barcellona (Foto Getty)

Il terzino del Monaco torna a parlare del mancato rinnovo coi blaugrana : "Nel periodo in cui mi curavo non mi pagavano l'ingaggio". E rimpiange i tempi di Guardiola: "E' un grande, se fosse rimasto a Barcellona avrei potuto continuare"

Eric Abidal e il Barcellona non si sono lasciati bene. La malattia, le cure, il ritorno in campo, la ricaduta, le nuove terapie per sconfiggere il tumore al fegato hanno trasformato Abidal in un simbolo blaugrana. Ma quando Eric, 34 anni, la scorsa estate è finalmente guarito, il Barça non gli ha rinnovato il contratto. Per lui c'era pronto un posto nel settore tecnico. Il terzino, desideroso di giocare, ha rifiutato. "Ma non per soldi, tant'è che il Barça quando ero malato non mi ha pagato lo stipendio".

Le parole, forti, arrivano direttamente dalla Francia, dove Abidal è tornato a giocare nel Monaco. In un'intervista a L'Equipe, l'ex terzino blaugrana - che ha persino ritrovato la Nazionale - è entrato in tackle sulla dirigenza del Barça: "Non me ne sono andato per una questione economica: la riprova arriva dal fatto che nei mesi in cui sono stato fermo a causa della mia malattia il club non mi ha pagato".

Il trattamento per il difensore da parte di Rosell e della direzione tecnica non pare essere stato dei più delicati. Ma "se Guardiola fosse rimasto lì - assicura Abidal - io avrei potuto proseguire la mia avventura a Barcellona. Lui mi apprezza e continuiamo a sentirci: è un grande allenatore".