Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 novembre 2013

Il segreto di Mou: "Prima delle partite leggo la Bibbia"

print-icon
mou

José Mourinho è tornato questa estate alla guida del Chelsea (Getty)

E' l'ultima rivelazione dello Special One: "E' una cosa che mi regala delle sensazioni positive. C'è un solo José Mourinho in questo mondo, il problema è che molti vogliono parlare di me, anche quelli che non mi conoscono per niente"

"Prima delle partite sempre apro la Bibbia a casa mia e leggo per qualche minuto. E' una cosa che mi regala delle sensazioni positive". José Mourinho, intervistato dalla rivista giapponese "Sports Graphic Number", racconta aspetti inediti della sua vita ma non solo. Tra gli aneddoti dello Special One anche quello sul colloquio avuto con Lampard quando è tornato al Chelsea. "La prima cosa che ho detto a Frank, che considero un amico, è stata: 'Hai 35 anni, se sei al top giochi, altrimenti vai in panchina'. E lui mi ha risposto: 'Mister, ti conosco da nove anni, sapevo già quello che mi avresti detto'. Se entrambi sono sinceri, allenatore e giocatore possono anche essere amici".

Il manager del Chelsea spiega poi che "c'è un solo José Mourinho in questo mondo, il problema è che molti vogliono parlare di me, anche quelli che non mi conoscono per niente" e poi rivela: "al Real Madrid volevo prendere Kagawa. Abbiamo parlato con lui, siamo stati sul punto di prenderlo ma ho voluto essere onesto e gli ho confessato che la mia prima scelta era Ozil. L'ho detto senza nascondere nulla e alla fine ha scelto il Manchester United, forse perchè lì avrebbe giocato di più".