Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 dicembre 2013

Polonia choc: "I tifosi italiani arrestati sono dei banditi"

print-icon
sco

Lo ha dichiarato alla tv polacca il ministro degli Interni, Sinkiewicz. In mattinata il presidente del Consiglio italiano, Enrico Letta, si era recato all'ambasciata italiana a Varsavia per incontrare i familiari dei laziali in manette

"Comprendo il dolore dei familiari dei tifosi laziali arrestati in Polonia, ma la verità è che una parte di loro si trova a Varsavia per assistere i propri figli banditi". Lo ha dichiarato alla tv polacca il ministro degli Interni Barlomiej Sinkiewicz sottolineando che "la legge è uguale per tutti, sia per i polacchi sia per gli stranieri".

L'appello di Enrico Letta - In mattinata, il presidente del Consiglio italiano, Enrico Letta, al termine della bilaterale con il primo ministro Donald Tusk si era recato all'ambasciata italiana a Varsavia per incontrare i familiari dei tifosi laziali arrestati in Polonia. Dopo aver saluto i parenti dei 22 supporter, il premier ha avuto un colloquio con una delegazione per discutere di quanto sta avvenendo.

Il premier polacco risponde - "Farò di tutto per accelerare le procedure" nel rispetto delle regole e "farò un appello al procuratore generale e al ministro della Giustizia affinché seguano personalmente la vicenda al fine di evitare lungaggini". Così il primo ministro polacco Donald Tusk risponde all'appello di Enrico Letta sui tifosi della Lazio.